Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Indagine sui permessi: due nuovi indagati

16.03.2017

Il Ministero Pubblico e la Polizia cantonale segnalano che nell'ambito dell'indagine in corso sui permessi falsi sono stati interrogati un 27enne agente assicurativo svizzero domiciliato nel Bellinzonese e un 28enne cittadino svizzero impiegato presso la Divisione delle risorse del Dipartimento delle finanze e dell'economia, pure domiciliato nel Bellinzonese.

Sono stati denunciati e quindi indagati a piede libero per infrazione alla Legge federale sugli stranieri per aiuto al soggiorno illegale in Svizzera e ripetuto inganno nei confronti dell'autorità. In particolare per aver favorito degli stranieri, che avevano richiesto il permesso di soggiorno in Ticino, indicando il loro domicilio quale luogo di dimora fittizio. L'impiegato statale ha agito nell'ambito strettamente privato e i fatti imputatigli non hanno nulla a che vedere con la sua attività professionale.

Per ora non saranno rilasciate ulteriori informazioni, ma non si escludono altri sviluppi sull'indagine generale in corso. L'inchiesta è coordinata dal Sostituto Procuratore Generale Antonio Perugini.