Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Il Ticino a Expo Milano 2015

Informazioni generali

Expo 2015 rappresenta un'opportunità unica per il Canton Ticino per profilarsi come importante regione di ricezione dei visitatori dell'esposizione, e per far conoscere le proprie peculiarità, i propri prodotti locali, creando così un indotto economico e turistico diretto o indiretto. Anche per queste ragioni, il Consiglio di Stato ticinese ha da subito assunto un atteggiamento molto propositivo e concreto nei confronti di Expo, istituendo una Piattaforma, allo scopo di valutare le ragioni a favore di una partecipazione cantonale a Expo, e di individuare e perseguire i principali obiettivi della stessa.

Al Cantone Ticino è stato attribuito dalla Confederazione e dai Cantoni del San Gottardo il ruolo di capofila per Expo 2015. Un ruolo importante che si fonda in prevalenza sulla lingua, sulla cultura, ma anche sulla vicinanza geografica al sito espositivo.

Dopo il voto popolare del 28 settembre 2014 contro il credito di 3,5 mio fr. approvato da Governo e Parlamento cantonale nel mese di aprile 2014, la partecipazione del Cantone Ticino a Expo è stata sostanzialmente ridotta, al fine di rispettare la volontà popolare scaturita dalle urne. La presenza cantonale a Expo è garantita dal sostegno finanziario dell'economia privata.

I due assi portanti sui quali si fonda la partecipazione ticinese a Expo sono:

  1. la presenza a Milano attraverso il Padiglione dei Cantoni del San Gottardo,
  2. gli eventi congiunti assieme agli altri Cantoni del San Gottardo e gli eventi cantonali a Milano.

Le giornate ticinesi a Milano

Oltre alla presenza fisica nel Padiglione dei Cantoni del San Gottardo, il Ticino sarà presente all'interno del Padiglione Svizzero con alcuni eventi volti alla promozione del territorio e dedicati ad argomenti affini ai temi dell’esposizione universale.

Denominatore comune della maggior parte degli eventi promossi sarà l’‘italianità’. La particolare condizione linguistico-culturale del nostro Cantone verrà messa in risalto sia nei confronti della nazione ospitante, sia nei confronti della Confederazione. Il tema dell’italianità sarà coniugato in diversi ambiti, dalla letteratura, all’architettura, dall’economia all’alimentazione.