Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Bollettino Storico della Svizzera Italiana (BSSI)

Presentazione

Il «Bollettino Storico della Svizzera Italiana», rivista fondata da Emilio Motta nel 1879 e diretta in seguito da Eligio Pometta (1921-41) e da Giuseppe Martinola (1942-91), ha ripreso le pubblicazioni nel 2001, dopo un'interruzione durata un decennio.

Il BSSI vuole essere un repertorio delle conoscenze e delle fonti utili alla storia locale. Una piccola banca-dati che, spaziando dalla storia all'etnografia, dalla toponomastica alla dialettologia, si compone di saggi e riflessioni di diversa matrice, di segnalazioni di fondi archivistici, di schede d'arte e d'archeologia, di bibliografie dettagliate.

Il BSSI, proprietà delle Edizioni Salvioni, esce con il contributo del Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport del Cantone Ticino.


Consultazione online

I fascicoli del BSSI (1879-2012) sono consultabili nell'Archivio digitale dei quotidiani e dei periodici, con possibilità di ricerca su testo completo. Nel catalogo del Sistema bibliotecario ticinese sono invece registrati gran parte degli articoli del BSSI.

Quaderno del BSSI 7

Carlo Castagnola - Per una storia della viticoltura ticinese

Lo studio di Carlo Castagnola, per molti anni responsabile della Cantina sociale di Giubiasco, ricostruisce la storia della viticoltura ticinese, partendo dalle testimonianze medievali per giungere sino alla prima metà del Novecento. Leggendo le oltre 150 pagine di questo volume veniamo così a conoscere come nelle nostre terre veniva coltivata la vite, quali erano i vitigni più diffusi, in che modo si procedeva alla vinificazione e quali erano i metodi di conservazione del vino.