Collezione permanente

Presentazione

La Collezione permanente della Pinacoteca riunisce artisti, dal Seicento al Novecento, originari dal Ticino o che comunque ebbero con il Cantone stretti rapporti. Si componeva all'origine delle opere di quattordici artisti, raccolte e donate allo Stato nel 1966 da Giovanni Züst.

A queste si sono aggiunte negli anni diversi acquisti, donazioni e depositi.

La collezione rancatese, che ha i suoi vertici nel Serodine e nel Petrini, personalità che occupano una posizione di primo piano a livello internazionale, possiede inoltre un legame con la terra in cui sorge, il Mendrisiotto, per la presenza dell'opera del pittore locale ottocentesco, Antonio Rinaldi, di cui si conservano 99 dipinti e 246 disegni.

Uno degli scopi della Pinacoteca è quello di valorizzare la raccolta permanente, mai disallestita neppure in occasione delle mostre temporanee.