Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

La scuola che verrà

Nel 2014 il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) ha pubblicato La scuola che verrà. Idee per una riforma tra continuità e innovazione. Le riflessioni e le idee contenute nel rapporto pubblicato nel 2014 sono state sottoposte a una prima consultazione e hanno permesso al DECS di elaborare e pubblicare nel 2016 un secondo documento maggiormente articolato anche se non ancora definito in tutti i suoi dettagli.

Nel corso del 2016 e di parte del 2017 il mondo della scuola, ma non solo, ha quindi potuto esprimersi sul progetto di riforma La scuola che verrà grazie a un’ampia riflessione collettiva che si è svolta attraverso i canali della consultazione tradizionale e online.

Gli esiti della procedura di consultazione sono stati illustrati in un documento di sintesi e nel rapporto sulle risposte al questionario online e, al contempo, hanno permesso al DECS - in accordo alla richiesta formulata dal Parlamento - di redigere il Messaggio governativo sul finanziamento della sperimentazione del progetto di riforma della scuola dell’obbligo, licenziato dal Consiglio di Stato il 5 luglio 2017. Il Messaggio, oltre a presentare la richiesta di finanziamento, illustra le modifiche apportate al modello di riforma sulla base dei riscontri raccolti attraverso la procedura di consultazione.

Tutte le informazioni e i documenti sul progetto di riforma della scuola dell’obbligo La scuola che verrà sono consultabili navigando su www.ti.ch/lascuolacheverra.