Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Specifiche di calcolo 2016-2017

A partire dall'anno scolastico 2016-17 alla decisione di aiuto allo studio è di principio allegata la traccia di calcolo.

La traccia di calcolo riporta che le specifiche per ognuna delle poste indicate sono visibili alla pagina del nostro sito internet.

Tuttavia, quando il "titolare" dei dati utilizzati (di regola i dati fiscali) non ha acconsentito alla trasmissione degli stessi, l'Ufficio non può allegare la traccia di calcolo. Per ottenerla il richiedente dovrà trasmettere un'autorizzazione firmata dal titolare a comunicare i suoi dati.

 

Glossario

 

Unità di riferimento (UR)

Art. 9 cpv. 1 LASt

L’UR è composta del richiedente, dei suoi genitori e dei suoi fratelli o sorelle che sono ancora in prima formazione.

 

Reddito disponibile di riferimento (RD)

Art. 9 LASt

È definito in base alla tassazione determinante = ultima tassazione emanata alla data di presentazione della domanda, risalente al massimo ai tre anni precedenti l’anno scolastico interessato. Se nell’anno di riferimento è stata erogata una prestazione complementare, si tiene conto delle entrate di cui al foglio di calcolo della prestazione stessa.

Gli elementi della tassazione determinate riguardano i seguenti punti:

  • reddito lordo secondo LT: pto 8 Ddt;
  • sostanza netta secondo LT (considerata in misura di 1/15): pto 31 Ddt
  • Contributi sociali obbligatori (ossia: AVIS, AI, IPG, AINP e LPP) secondo LT: pti 10.1, 10.2 e 10.3 Ddt;
  • pensioni alimentari pagate per figli ed ex-coniuge secondo LT: pti 14.1 e 14.2 Ddt;
  • spese professionali per salariati secondo LT per un importo massimo annuo di fr. 4'000, in base al reddito da attività dipendente: pto 1.1 Ddt;
  • spese per interessi passivi privati e aziendali secondo LT per un importo massimo annuo di fr. 3'000: pti 13.3 e 13.4 Ddt.

Premio medio di riferimento: in base al Decreto esecutivo concernente le basi di calcolo per l’applicazione delle riduzioni di premio LAMal per l’anno 2016 (RL 6.4.6.1.7) al netto della riduzione di premio (sussidio) per l’anno 2016 (RIPAM).

 

Fabbisogno della famiglia

Art. 8 LASt e art. 5 RLASt

  • Minimo vitale*
  • Supplemento d'integrazione*
  • Supplemento per la terza persona di 16 o più anni di età e per le successive*

*In base alle Direttive riguardanti gli importi delle prestazioni assistenziali (RL 6.4.11.1.3)

  • Spese per l'alloggio**

**In base al massimale Laps (art. 9) e alla LPC (art. 10 cpv. 1 lett. b)

 

nucleo di riferimento                       costo mensile (fr.)                                       costo annuo (fr.)

una persona                                       1'100                                                                13'200

due persone                                       1'250                                                                15'000

oltre due persone                              1'500                                                                18'000

 

Disponibile della famiglia per la formazione dei figli

Art. 8 cpv. 2 LASt

RD – Fabbisogno della famiglia

Il risultato è preso in considerazione nel calcolo nella misura:

  • del 30% sui primi fr. 30'000;
  • del 50% sui successivi fr. 50'000;
  • del 70% sul rimanente; cfr. DE calcolo.

Nel caso di genitori divorziati, separati o mai stati sposati appartenenti a due economie domestiche, l’importo che il genitore che non vive con il richiedente può destinare a quest’ultimo corrisponde:

  • al 70% per il genitore che vive senza il legame di una nuova unione matrimoniale;
  • al 50% per il genitore risposato;
  • al 20% per il genitore che ha figli dalla seconda unione (cfr. art. 5 cpv. 2 RLASt).

 

Riparto del “disponibile della famiglia” tra i figli in formazione

L’importo disponibile della famiglia è ripartito tra i figli in formazione in base ai costi di formazione da sostenere da ogni richiedente.

 

Costi di formazione

Art. 7 LASt e 4 RLASt

In particolare si osserva che:

  • tassa scolastica: effettiva; max fr. 1'000 per studi all'estro e scuole private;
  • materiale scolastico: fr. 500 per formazioni di grado secondario II e fr. 1'000 per formazioni di grado terziario;
  • spese mensili alloggio riconosciute allo studente (art. 4 lett. c RLASt): fr. 562.5 

    • media tra il massimale Laps riconosciuto per la quota parte di un alloggio occupato da due e da tre persone (appartamento condiviso):

      • due persone: 1'250 /2 = 625
      • tre persone: 1'500 /3 = 500
      • (625 + 500) /2 = 562.50

 

Contributo del richiedente ai costi di formazione

Salario netto eccedente la quota esente di fr. 6'000; altre entrate.

 

Aiuto allo studio

Art. 6 LASt

Costi di formazione – Disponibile della famiglia per la formazione del figlio – Contributo del richiedente ai costi di formazione

L’importo è versato se corrisponde ad almeno fr. 1'000 per formazioni di grado secondario II e di fr. 1'500 per formazioni di grado terziario.

L’aiuto allo studio massimo concesso è di fr. 16'000.

Per ogni figlio a carico che la persona in formazione ha, è previsto un supplemento di fr. 4'000.

 

Suddivisione 2/3 Borsa e 1/3 Prestito per i Master

Art. 2 DE calcolo

L’aiuto allo studio per il richiedente che segue un master o laurea specialistica (formazione biennale) è convertito nella misura di un terzo in prestito, di cui il richiedente può scegliere di non usufruire.

L’importo del prestito è arrotondato al centinaio più vicino.

Il beneficiario decide se richiedere l’ammontare previsto, o solo una frazione; fermo restando che una volta comunicata la propria decisione all’Ufficio non sarà possibile modificarla.

 

Calcolo pro rata temporis

Art. 34 LASt

L’aiuto allo studio concesso viene ridotto in base al periodo effettivo nei casi di:

  • durata della formazione ridotta;
  • formulario di richiesta presentato in ritardo.

 

Particolarità per il calcolo nei seguenti casi

Art. 12, 23 e 29 LASt

  • riqualificazione professionale (non è previsto il massimo di fr. 16'000);
  • perfezionamento professionale (l’importo massimo concesso corrisponde alla sola tassa del corso, ritenuto un massimo di fr. 16'000);
  • richiedenti coniugati, vincolati da un’unione domestica registrata o conviventi, oppure richiedenti che seguono una formazione a tempo parziale, oppure richiedenti che percepiscono altre entrate (massimo fr. 16'000, più eventuali supplementi).

    • Uscite:

      • minimo vitale secondo le direttive del DSS;
      • spesa per l’alloggio secondo il massimale Laps;
      • assicurazione malattia obbligatoria, al netto delle riduzioni di premio;
      • spese per l’esercizio professionale: in base alla tassazione determinante (= ultima tassazione emanata alla data di presentazione della domanda);
      • contributi di mantenimento e spese per l’istruzione dei figli;
      • spese di formazione del richiedente

    • Entrate:

      • salario netto del richiedente;
      • salario netto dell'eventuale coniuge, partner registrato o partner convivente;
      • salario ipotetico richiedente/salario ipotetico coniuge, partner registrato o partner convivente (art. 12 cpv. 2 LASt e 8 RLASt);
      • eventuali alimenti percepiti;
      • altre entrate percepite.