Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Durata del lavoro e del riposo

Durata settimanale


Basi legali

Durata massima settimanale e lavoro compensativo

Legge sul lavoro (LL)  Art. 9, 11, 26
Ordinanza 1 concernente la legge sul lavoro (OLL 1)  Art. 13, 16, 22, 23, 24


45 ore
Per i lavoratori delle aziende industriali, il personale d'ufficio, gli impiegati tecnici e altri, compreso il personale di vendita delle grandi aziende del commercio al minuto

50 ore
Tutti gli altri lavoratori


Definizione di durata del lavoro

È considerato tempo di lavoro:

  • il tempo durante il quale il lavoratore si tiene a disposizione del datore di lavoro;
  • il tempo di viaggio per lavori fuori dal luogo di lavoro normale, per la durata del tragitto che eccede quello nomale per recarsi al lavoro;
  • il perfezionamento o la formazione continua sia su ordine del datore di lavoro, sia a causa della propria attività professionale.


Ripartizione delle ore di lavoro

  • la settimana inizia al lunedì, o la notte fra domenica ed il lunedì (lavoro a squadre), e termina la domenica;
  • la settimana per singolo lavoratore non può eccedere 5.5 giorni;
  • 6 giorni con il consenso del lavoratore e sommando per 4 settimane al massimo le semi giornate


Prolungamento

  • Per attività esposte ad interruzioni di lavoro dovute a intemperie, oppure a notevoli fluttuazioni quattro ore al massimo se non viene superata nella media semestrale.
  • Per lavoratori con settimana di 5 giorni e settimana lavorativa di 45 ore, due ore se la durata media non è superata nell'arco di quattro settimane


Lavoro compensativo

Compensazione del tempo perso a causa di brevi disfunzioni d'esercizio, di vacanze aziendali, ponti o oltre circostanze analoghe oppure per congedi richiesti dal lavoratore.


Condizioni

  • Due ore al massimo per lavoratore, compreso il lavoro straordinario
  • Compensazione immediatamente prima o dopo la perdita di lavoro (14 settimane al massimo o con l'accordo del lavoratore/datore di lavoro 12 mesi)
  • La durata legale del lavoro giornaliero non può essere superata