Reati contro i minori

Una delle forme più orribili di violenza, sia fisica sia psichica, è quella perpetrata nei confronti di bambini. Ogni delitto sessuale non denunciato concede all'aggressore un'ulteriore possibilità di ripeterlo. Non lasciate che questo succeda!

Denunciate alla polizia ogni reato il più rapidamente possibile telefonando al 117 o 112.

Così potete proteggere i vostri bambini

Istruite per tempo i figli, via via che si sviluppano, sui problemi sessuali. Non bastano banali raccomandazioni, poiché gli “uomini cattivi” non appaiono sempre come tali. Ricordate che non sono soltanto le bambine ad essere in pericolo, ma anche i maschietti!

  • Non lasciate giocare senza sorveglianza i bambini su strade e piazze, né permette che vadano da soli in luoghi isolati. Fate in modo che giochino e si rechino a scuola o ne tornino sempre in gruppi;
  • Abituate il bambino alla puntualità;
  • Controllate la cerchia di amici che il bambino frequenta. Informatevi sul loro luogo d'incontro, su come lo raggiungono e in che modo tornano poi a casa;
  • Andate a prendere i vostri bambini a feste ecc..., oppure pagate loro un taxi per il viaggio di ritorno. Avvisateli continuamente sui pericoli dell'autostop;
  • Se il bambino non dovesse tornare a casa alla solita ora, senza che il ritardo possa avere una spiegazione, prendete al più presto contatto con l'insegnante o la polizia. Le  prestazioni di quest'ultima sono gratuite;
  • Non trascurate le amicizie che il bambino ha nella cerchia degli adulti, anche se si tratta  di vostri conoscenti. Prestate attenzione alle persone che dimostrano molto interesse per il bambino o che gli offrono dei doni senza motivo;
  • Avvertite i bambini di non salire sull'automobile di uno sconosciuto, di non accettare regali da ignoti, di non conversare con persone che non conoscono e di non accompagnarle per nessuna ragione. Sia che domandino d'essere aiutati a ritrovare un oggetto smarrito, sia che chiedano di ammirare insieme “qualcosa di bello”;
  • Spiegate ai vostri figli che esistono individui che si mostrano dapprima molto cortesi, destando la loro fiducia e disponibilità per poi abusarne.


Violenza nei confronti dei bambini

I bambini non sono in grado di difendersi dai maltrattamenti. Noi adulti siamo responsabili dei benessere dei nostri bambini. Chi tace si rende complice.
Se siete a conoscenza di casi di violenza subita da bambini, avvisate immediatamente le autorità competenti o la polizia. La vostra denuncia sarà trattata con discrezione!

Consigli da ripetere di tanto in tanto ai bambini

  • Se uno sconosciuto ti rivolge la parola, allontanati senza indugio. Limitati a indicargli la strada da seguire, se ti chiede un indirizzo, ma non accompagnarlo;
  • Se cerchi tu stesso di orientarti, chiedi l'informazione a un agente di polizia o a un portalettere oppure al personale di un negozio;
  • Non accettare l'invito di uno sconosciuto a entrare in un esercizio pubblico o a partecipare a una festa o a fare un giro in automobile. Non accettare i doni che ti vengono offerti;
  • Non entrare mai con uno sconosciuto in una casa che non conosci e tantomeno accetta di scendere con lui in una cantina;
  • Non praticare mai l’autostop;
  • Se qualcuno tenta di trascinarti in un'automobile, in una casa ecc. invoca ad alta voce aiuto, difenditi come meglio puoi e tenta nel contempo di ricordare il numero di targa dell'automobile, l'età dell'assalitore, la sua statura, la lingua che parla, i vestiti che porta ecc...
  • Guardati dalle persone che ti rivolgono la parola nelle stazioni, nei gabinetti pubblici ecc...
  • Se accade qualcosa del genere a te o a un tuo compagno, affrettati a informare i genitori, il maestro o la polizia;
  • L’agente di polizia non ti lascerà mancare il suo aiuto, se gliene parlerai.

Non esitate, denunciate!

Volete denunciare o segnalare un caso che non richiede l'immediato intervento della Polizia? Necessitate di informazioni?

ASPI (Fondazione della Svizzera italiana per l’Aiuto, il Sostegno e la Protezione dell’Infanzia)