Integrazione degli stranieri e prevenzione della discriminazione

Il promovimento dell'integrazione degli stranieri e la prevenzione è fissato nell'art. 2  (lettera d) della Legge di applicazione alla legislazione federale in materia di persone straniere (dell'8 giugno 1998) e trova la sua applicazione concreta nel Regolamento della Commissione cantonale per l'integrazione degli stranieri (CIS) del 4 ottobre 2011. Da parte sua il Cantone ha predisposto la seguente organizzazione:ha istituito la figura del Delegato all'integrazione degli stranieri e ha costituito la CIS, i cui attuali membri sono stati nominati il 13 dicembre 2011.

L'Ufficio del Delegato ha, in seno alla CIS, funzione di segretariato, con compiti organizzativi e di coordinamento.

La presenza straniera è un dato di fatto, una realtà esistente, indipendentemente dalla sua composizione o dal suo numero e dalla sua percezione. L'integrazione è quindi una necessità che si impone sia alla popolazione svizzera sia a quella straniera, e che presuppone da una parte la volontà di accogliere da parte di chi riceve e dall'altra la volontà di introdursi nella nuova società da parte di chi arriva. La convivenza, la comprensione tra culture diverse è un presupposto indispensabile per lo sviluppo sociale, culturale e anche economico della società.

Contatti

Delegato cantonale all'integrazione degli stranieri
Via Ghiringhelli 6 - CP 2170
6501 Bellinzona

tel. +41 91 814 32 00
fax +41 91 814 44 02
di-dis@ti.ch

Responsabile
Attilio Cometta