Zoonosi

Sono definite zoonosi le malattie trasmissibili dagli animali all'uomo oppure dall'uomo agli animali. Alle nostre latitudini non sono più le epizoozie classiche, quali ad esempio la tubercolosi oppure il carbonchio, ad essere al centro dell'attenzione. Altre patologie, trasmesse all'uomo tramite gli alimenti di origine animale e caratterizzate da un decorso solitamente asintomatico negli animali (salmonellosi, campilobatteriosi o listeriosi), assumono sempre maggiore importanza.

Questa problematica è diventata d'attualità soprattutto tra le persone con un sistema immunitario indebolito per motivi fisiologici oppure a causa di malattie immunodepressive; in modo particolare, la propagazione del virus dell'immunodeficienza umana (Hiv) ha causato una recrudescenza delle infezioni zoonosiche opportunistiche.

L'Ufficio federale di veterinaria (UFV), in collaborazione con altri dipartimenti cantonali e federali, svolge un ruolo attivo nell'identificazione tempestiva delle malattie insorgenti, allo scopo di proteggere la popolazione con efficaci provvedimenti di prevenzione e di controllo.

L'Unione europea ha istituito una rete denominata MED-VET-NET allo scopo di affrontare in modo coordinato a livello internazionale la ricerca, le indagini epidemiologiche, le strategie di lotta e la determinazione dei rischi in relazione alle principali zoonosi.