Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Teleriscaldamento

L’utilizzo di reti di teleriscaldamento per riscaldare edifici residenziali e commerciali è in fase di continuo sviluppo.

Anche in Ticino il teleriscaldamento sta iniziando ad essere considerato, fino ad oggi principalmente attraverso l'uso di centrali alimentate a biomassa (legno, pellet, cippato, scarti legnosi, ...).

La biomassa una soluzione in grado di sfruttare un combustibile di provenienza indigena, riducendo da un lato la dipendenza da combustibili di origine fossile e dall’altro la
produzione di CO2 in atmosfera.


Documentazione


Strumento per la pianificazione economica energetica e tecnica


La SUPSI nel 2014, su mandato del Cantone, ha elaborato uno studio, sul potenziale di utilizzo del teleriscaldamento.

Questo lavoro ha posto le basi sulla situazione attuale e per l'individuazione di soluzioni ottimali per impianti di teleriscaldamento nella nostra regione.

Allo stesso tempo vuole essere un ausilio per gli enti pubblici che prevedono di incoraggiare la promozione e la diffusione di questa tecnologia.

Il modello di verifica della fattibilità del progetto, scaturito dalla studio, ha lo scopo di indirizzare al meglio enti pubblici, progettisti ed utilizzatori finali del calore sulla soluzione ottimale, sia economica che energetica, secondo lo stato della tecnica attuale.