PA di terza generazione

2019-2022

Il Consiglio di Stato ha approvato i Programmi di agglomerato di terza generazione del Mendrisiotto (PAM3), del Luganese (PAL3), del Bellinzonese (PAB3) e del Locarnese (PALoc3).

Questi documenti costituiscono la pianificazione regionale coordinata di insediamenti, paesaggio e mobilità e verranno inviati entro fine anno alla Confederazione, affinché li valuti e decida il cofinanziamento federale per le misure infrastrutturali dei trasporti.

La loro attuazione è prevista nel quadriennio 2019-2022.

I Programmi d’agglomerato (PA) stanno acquisendo un ruolo sempre più importante nella pianificazione del territorio e nella gestione della mobilità.

Nati nell’ambito della Politica degli agglomerati - promossa dalla Confederazione all’inizio degli anni 2000 per affrontare i problemi di traffico nei centri urbani - giungono ora alla “terza generazione”.

Nel 2007 il Consiglio di Stato ha adottato e trasmesso alla Confederazione i PA di prima generazione del Luganese e del Mendrisiotto.

Con i PA di seconda generazione - conclusi nel 2011/12 - si è esteso il lavoro anche agli agglomerati del Bellinzonese e del Locarnese e si è rafforzata l’idea che i PA dovessero essere lo strumento per aggiornare i Piani regionali dei trasporti (PRT) e i Concetti di organizzazione territoriale (COT) dei quattro agglomerati.

A livello di Piano direttore, ciò ha anche portato alla scelta di unire la scheda sul PRT e quella sul COT di ogni agglomerato in un’unica scheda (Modifiche n. 4 del PD, aprile 2014, schede R/M 2,3,4 e 5).

Con i PA di terza generazione, la Confederazione conferma la centralità della Politica degli agglomerati e i PA si affermano viepiù quale livello intermedio tra la pianificazione delle utilizzazioni dei Comuni e quella direttrice del Cantone.

Essi sono chiamati a precisare ulteriormente una visione integrata dello sviluppo territoriale e della mobilità alla scala regionale.
 

Per i quattro PA ticinesi di terza generazione gli obiettivi da perseguire possono essere così riassunti:

  • aggiornare i contenuti dei PA di seconda generazione e migliorarne l’efficacia;
  • semplificare e armonizzare il metodo di elaborazione dei quattro PA;
  • migliorare la leggibilità dei singoli PA.

Al fine di ottimizzare il lavoro la Divisione dello sviluppo territoriale e della mobilità ha elaborato delle Linee guida che hanno lo scopo di fornire le principali informazioni per l’allestimento dei PA di terza generazione (PA3).

Esse forniscono alle Commissioni regionali dei trasporti e ai servizi dell’Amministrazione cantonale il quadro di riferimento per l’impostazione e la programmazione dei lavori.

Sono inoltre indirizzate ai Comuni, i quali, oltre a partecipare all’elaborazione dei PA per il tramite delle CRT, hanno pure il compito di attuare le misure di importanza locale.

Dopo un breve sguardo retrospettivo e una descrizione del quadro generale nel quale prendono avvio i PA3 (capitolo 4), si descrivono gli obiettivi e gli aspetti organizzativi, formulando poi le indicazioni generali di base per l’allestimento dei PA3 (capitolo 5).

In conclusione vengono fornite indicazioni specifiche per i singoli agglomerati (capitolo 6).

Alle Linee guida seguirà, a settembre, un Complemento tecnico rivolto agli operatori esterni.

Esso conterrà indicazioni più operative e circostanziate e sarà coordinato con le Istruzioni della Confederazione la cui prima versione sarà disponibile a fine giugno 2014.

L'esperienza maturata con i PA2 ci ha mostrato che  è opportuno meglio definire i criteri per l'esame e l’eventuale inserimento delle misure nelle liste (A, B, C) che saranno sottoposte alla Confederazione.

Abbiamo quindi allestito queste Linee guida al fine di meglio chiarire quale documentazione deve essere disponibile per stabilire il grado di avanzamento, rispettivamente la garanzia di realizzazione e finanziamento.

Le Istruzioni per l’esame e il cofinanziamento dei programmi d’agglomerato di 3° generazione, emanate dall’DATEC il 16 febbraio 2015, rappresentano il documento di base definitivo per l’elaborazione dei Programmi d’agglomerato di terza generazione.

Programma d’agglomerato del Locarnese di terza generazione (PALoc3)

Consultazione ai sensi dell'art. 11 Lst.

Atti pubblicati:

PALoc3 - Programma d’agglomerato del Locarnese di terza generazione, Documento per l'informazione e la partecipazione a norma dell’art. 11 Lst:


Programma d’agglomerato del Bellinzonese di terza generazione (PAB3)

Consultazione ai sensi dell'art. 11 Lst.

Atti pubblicati:

PAB3 - Programma d’agglomerato del Bellinzonese di terza generazione, Documento per l'informazione e la partecipazione a norma dell’art. 11 Lst:


Programma d’agglomerato del Mendrisiotto di terza generazione (PAM3)

Consultazione ai sensi dell'art. 11 Lst.

Schede in oggetto:

  • le schede del Piano direttore in generale e in particolare la scheda R/M5 Agglomerato del Mendrisiotto e la scheda M8 Collegamenti ferroviari transfrontalieri con l’Italia dal Mendrisiotto

Atti pubblicati:

PAM3 - Programma d’agglomerato del Mendrisiotto di terza generazione, documento per l'informazione e la partecipazione a norma dell’art. 11 Lst:


Programma d’agglomerato del Luganese di terza generazione (PAL3)

Consultazione ai sensi dell'art. 11 Lst.

Atti pubblicati:

PAL3 - Programma d’agglomerato del Luganese di terza generazione, Documento per l'informazione e la partecipazione a norma dell’art. 11 Lst:

A inizio luglio 2014 il Consiglio di Stato ha sottoscritto le Convenzioni per l’allestimento dei PA3 con le Commissione regionali dei trasporti dei 4 agglomerati ed ha stanziato i necessari crediti.

Le Convenzioni stabiliscono i rispettivi compiti e ruoli per l’allestimento dei PA3.

L’inizio dei lavori è stabilito per inizio settembre 2014, mentre la consegna del PA3 alla Confederazione è stata fissata per il 31 dicembre 2016.

L'esame della Confederazione, il cui inizio è previsto a gennaio 2017,  prevede diverse tappe e diverse momenti interlocutori con gli Enti responsabili dei PA3.

Il 6 aprile 2017 è già pianificato un primo incontro tecnico a Berna in cui gli Enti responsabili avranno l’occasione di presentare i PA3 e dovranno rispondere alle domande di chiarimento poste dall'Ufficio federale dello sviluppo territoriale (ARE).

Nel 2018 è prevista dapprima la consultazione sul Messaggio governativo volto a stanziare il credito per il cofinanziamento dei PA3 da parte della Confederazione; alla fine dello stesso anno sono previsti i Rapporti d'esame definitivi sui PA3 e il Messaggio governativo verrà trasmesso alle Camere federali.

La decisione del Parlamento federale per la liberazione dei crediti è prevista a inizio 2019; infine, nel secondo semestre del 2019, è prevista la sottoscrizione delle Convenzioni sulle prestazioni (tra CH/Cantone/CRT) che costituisce la premessa per l’avvio dei lavori, previsto nel quadriennio 2019-2022.