Camera di esecuzione e fallimenti

In sintesi, la Camera d'esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello (CEF) vigila sull'applicazione nel Cantone Ticino della legge federale sulla esecuzione e sul fallimento dell'11 aprile 1889 (LEF).

La CEF esercita due competenze principali (art. 48 lett. e LOG):

La CEF è pure competente per:

  • decidere in seconda istanza i reclami in materia di riconoscimento di decreti stranieri di fallimento e di concordato (art. 166 e seguenti LDIP);
  • infliggere le sanzioni disciplinari previste dall'art. 14 cpv. 2 LEF;
  • decidere le istanze di restituzione di termine secondo l'art. 33 cpv. 4 LEF;
  • determinare il modo di realizzazione secondo l'art. 132 LEF;
  • tassare le operazioni non tariffate degli organi di esecuzione e fallimenti;
  • determinare con ordinanze amministrative e circolari il modo di procedere per la pratica attuazione del diritto esecutivo;
  • pronunciare sui ricorsi in materia di patti di riserva di proprietà;
  • esercitare la sorveglianza sui registri per il pegno del bestiame tenuti dagli uffici di esecuzione.

La CEF esercita inoltre, per il tramite dell'Ispettorato di esecuzione e fallimenti (IspCEF), funzioni ispettive sulla gestione degli uffici di esecuzione e fallimento e sugli organi non sottoposti alla LORD. Provvede, d'intesa con il Dipartimento delle istituzioni, alla corretta formazione professionale e all'aggiornamento continuo degli organi di esecuzione e fallimento (art. 10 cpv. 5 LALEF).

Per contro, la CEF non è competente per:

Contatti

Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale di Appello
Cancelleria civile
6900 Lugano

tel. +41 91 815 51 11
fax +41 91 815 54 78

Presidente
Charles Jaques