Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Evento

Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport

14 novembre 2019

Evento

Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport

14 novembre 2019

Presentazione del volume Note di bandella

Il Dipartimento dell’educazione, della cultura e dello sport (DECS) rende noto che il Centro di dialettologia e di etnografia (CDE) presenta il volume Note di bandella. Percorsi nel patrimonio musicale della Svizzera italiana. Un approfondimento sulla musica popolare del Canton Ticino e del Grigioni italiano.

Nelle sagre e nelle feste di paese della Svizzera italiana ancora oggi si sente di tanto in tanto una bandella che suona. In passato le bandelle erano però molto più numerose e la loro presenza permeava buona parte della realtà sociale: dal carnevale alle feste paesane, dai raduni politici a quelli sportivi, dai matrimoni alle gite sociali, esse rallegravano con le loro note ogni tipo di avvenimento, tanto da entrare a pieno titolo nel nostro comune patrimonio culturale. Ma quali sono le origini di questa tradizione? Che ruolo ha avuto e ha tutt’oggi? Quante sono queste formazioni musicali? Chi sono i protagonisti? Quali i repertori musicali? Che affinità vi sono rispetto ad altre realtà analoghe dell'arco alpino e dell'Italia settentrionale?

Partendo da queste semplici domande il Centro di dialettologia e di etnografia (CDE) dedica a questa poco indagata pagina di storia della musica popolare nel Cantone Ticino e nel Grigioni italiano una nuova pubblicazione, affrontando il tema da tre prospettive complementari: storica, antropologica e musicale. Il volume, frutto di un progetto di ricerca condotto in collaborazione con il Dipartimento di musica della Scuola Universitaria Professionale di Lucerna, delinea un quadro composito e per nulla scontato, in cui la bandella emerge come una tradizione musicale ancora viva e capace di rinnovarsi.

Scopriamo infatti che le bandelle, alimentate nel corso degli anni da molteplici impulsi – dalla solida formazione promossa in ambito bandistico, dal turismo, da spinte e velleità identitarie, dalla capacità di riprendere e rielaborare i repertori storici, dalla voglia di divertirsi e di divertire – sono state e sono tuttora in grado di accogliere tendenze anche divergenti senza perdere di vista una delle loro caratteristiche fondamentali: il suonare in bandella quale attività ricca di spontaneità e di allegria, che sa stimolare una socialità gioviale e profondamente creativa.

Sabato 23 novembre 2019
alle ore 16:30
Palazzo Civico, Piazza Nosetto 5, Bellinzona

 

Relatori:

Carlo Piccardi, musicologo
Paolo Ostinelli, direttore del Centro di dialettologia e di etnografia
gli autori del libro

 

Seguirà un aperitivo in musica allietato dalle note della Bandella di Tremona e di chi vorrà unirsi a suonare.

 

Note di bandella. Percorsi nel patrimonio musicale della Svizzera italiana
contributi di Aldo Sandmeier, Emanuele Delucchi e Johannes Rühl

Centro di dialettologia e di etnografia, Bellinzona 2019, 225 p., 18 x 25 cm, fr. 30.-
Grafica e impaginazione: Manuela Bieri, Gravesano
Stampa e fotolito: Salvioni arti grafiche, Bellinzona
ISBN 978-88-944285-2-0 

 



Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Paolo Ostinelli, direttore del Centro di dialettologia e di etnografia, paolo.ostinelli@ti.ch, tel. 091 / 814 14 51