Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Comunicato stampa

Dipartimento della sanità e della socialità
Dipartimento delle istituzioni

13 dicembre 2021

Comunicato stampa

Dipartimento della sanità e della socialità
Dipartimento delle istituzioni

13 dicembre 2021

Coronavirus – Potenziamento del servizio di tracciamento dei contatti

La rapida evoluzione dei nuovi casi positivi al Coronavirus delle ultime settimane ha portato ad alcuni ritardi nella gestione dei casi da parte del Servizio di tracciamento dei contatti. Il Servizio verrà quindi ulteriormente potenziato grazie al supporto di militi della Protezione Civile che permetterà di disporre di un dispositivo di tracciamento adeguato all’attuale numero di casi giornalieri e in grado di recuperare i ritardi.


L’importante e repentina crescita dei casi di positività registrata in Svizzera e in Ticino nelle ultime settimane non mette sotto pressione solamente il sistema sanitario ed ospedaliero, ma anche il sistema di analisi dei test e della gestione dei casi da parte del Servizio di tracciamento contatti («contact tracing») del Cantone.

Malgrado un aumento degli effettivi del Servizio di tracciamento avvenuto nel corso delle scorse settimane, non è stato possibile assorbire integralmente la crescita esponenziale dei nuovi casi delle settimane passate. In media, ogni singolo caso genera due quarantene con un totale delle persone da contattare (tra isolamento e quarantene) che corrisponde a circa il triplo del numero di casi positivi quotidiani.

Dal momento in cui sono emersi i ritardi di gestione superiori alle 24 ore, si è predisposto un messaggio SMS che informa dei ritardi, conferma di osservare l’isolamento e prega di informare i propri contatti stretti.  Il sistema verrà ora rafforzato grazie a nuove assunzioni e alla messa a disposizione di militi della Protezione civile che verranno inseriti in questi giorni. Questa misura permetterà – con il nuovo personale – di passare da una capacità di gestione di 200 casi al giorno ad una maggiore di circa 350 e recuperare i ritardi. 

Al fine di accelerare i tempi e riuscire ad evadere entro le 24 ore i nuovi casi entranti, a partire da mercoledì il servizio di tracciamento evaderà i nuovi casi in tempo reale, mentre grazie al supporto dei militi della protezione civile si potranno evadere i ritardi accumulati, formalizzando le informazioni ed i documenti necessari per l’isolamento e la quarantena.

Si ringraziano i militi e le Regioni di Protezione civile per il supporto a favore del servizio di tracciamento, uno dei pilastri nella strategia di contenimento della pandemia.



Per ulteriori informazioni rivolgersi a:

Ryan Pedevilla, Capo della Sezione del militare e della popolazione, 091 814 33 30