Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Opportunità per le imprese ticinesi

Vademecum per le imprese

- Come partecipare alla costruzione del Padiglione Svizzero?

- Come prendere parte alla costruzione degli altri Padiglioni nazionali?

- Come gareggiare alle gare di appalti indetti dalla Società Expo S.p.A. per le infrastrutture generali del sito espositivo?

In seguito alla richiesta esplicita scaturita dall'evento informativo del 23 maggio 2013, la Cancelleria dello Stato e la Piattaforma MITI si sono adoperate per mettere a disposizione di tutte le imprese ticinesi interessate a collaborare sul cantiere di Expo una speciale Guida contenente tutte le informazioni necessarie per accedere e partecipare ai bandi di concorso legati a Expo 2015. Oltre alla Guida per le imprese sono state redatte delle schede riassuntive, comprensive di indirizzi e recapiti per ottenere la documentazione richiesta nelle gare di appalto.

Va sottolineata la straordinarietà del terreno giuridico sul quale operano le imprese che lavorano sui cantieri di un'esposizione universale. Le aziende ticinesi che parteciperanno alla costruzione del Padiglione Svizzero, non dovranno sottostare al diritto italiano, bensì a quello elvetico. La Guida per le imprese e le schede riassuntive qui fornite contengono inoltre le informazioni necessarie per partecipare agli appalti di costruzione degli altri padiglioni nazionali, che sottostando per regolamento al diritto della nazione appaltatrice, non prevedono, in molti casi, le difficoltose pratiche burocratiche necessarie per operare in Italia. Si stima che i padiglioni cosiddetti "Self-Build" saranno 60. In totale, il range di investimento dei 60 paesi che costruiranno in loco il proprio spazio espositivo potrà variare da 2 a 60 milioni di Euro.