Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Otto Luttrop (1939-2017)

dalla Germania

Arrivato al FC Lugano all’inizio della stagione 1966/1967, «Atom Otto» Luttrop era un 27enne professionista nel pieno della propria carriera, in un mondo ancora largamente popolato da amatori: su come l’allora presidente del club Francesco Malfanti riuscì a ingaggiarlo circolano tuttora strane voci, come quella di una presunta squalifica della Federcalcio tedesca alla quale Luttrop poté sfuggire solo emigrando. Forte di un’esperienza che lo aveva visto campione di Germania e vincitore della Coppa nazionale con il Monaco 1860, il centrocampista tedesco divenne presto un idolo di Cornaredo anche grazie alle sue potenti punizioni; vestì la casacca bianconera fino al 1973 e contribuì alla vittoria della Coppa svizzera nel 1968.  Una volta appese le scarpe al chiodo, il suo legame con il Ticino fu cementato anche dalle esperienze come allenatore: dapprima del FC Chiasso – fra il 1977 e il 1982, conquistando nel ruolo di allenatore-giocatore una storica promozione nella Lega nazionale A – e poi dell’amato FC Lugano, nelle due stagioni fra il 1983 e il 1985. Lo stadio di Cornaredo e la Città rimasero nel suo cuore e continuò a frequentarle anche al termine dei suoi giorni nel calcio: continuò infatti a vivere ad Agno fino alla morte che lo colse nel 2017, all’età di 78 anni.

Per saperne di più: