Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Armand Rondez (1928-1986)

da Zurigo

Pittore formatosi alla Kunstgewerbeschule a Zurigo, soggiornò a lungo in Francia e in Spagna. Dal 1952 al 1955 frequentò l’Academia de Bellas Artes de San Fernando a Madrid. Rientrò in Svizzera e dalla metà degli anni Sessanta si dedicò all’incisione, che diventò la sua tecnica prediletta. Tradusse e illustrò, nel 1966, Llant por Ignacio Sànchez Mejìas di Federico Garcìa Lorca. Insegnò a Bienne, ma visse prevalentemente tra Zurigo e il Sud della Francia. Dal 1983 soggiornò frequentemente a Mendrisio, dove la figlia Gabrielle-Dominique abitava, e pianificò di trasferirvisi: qui avrebbero arrangiato per lui un atelier. Non fece in tempo a stabilirsi definitivamente in Ticino poiché nel 1986 morì a Zurigo. Nel 1993 la sua opera fu inventariata e nel 2006 la figlia ha inaugurato la galleria Stellanove a Mendrisio, con una mostra volta a commemorare il ventesimo anniversario della morte del padre. La galleria si occupa dell’Archivio NAR (Nachlass Armand Rondez), che possiede il lascito dell’artista, composto da opere grafiche e pittoriche.

Per saperne di più: