Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Mario Comensoli (1922-1993)

di Lugano

Tra i più importanti esponenti del realismo pittorico, Mario Comensoli nacque a Lugano nel 1922. Rimasto orfano a pochi mesi di vita, fu cresciuto nel quartiere di Molino Nuovo da due sorelle immigrate in Ticino dalla Romagna. All'età di 20 anni ottenne uno stipendio per studiare a Zurigo; tra il 1946 e il 1949 visse a Parigi dove incontrò numerosi artisti di fama internazionale come i fratelli Giacometti e Joan Miró. Nel 1953 il museo Helmhaus di Zurigo gli dedicò la prima mostra personale, seguita da esposizioni in Germania, Italia e Svizzera - per esempio nel 1974 al Museo Civico di Lugano; alla fine degli anni Ottanta i suoi dipinti furono esposti per l'ultima volta al Museo Kunsthaus di Zurigo. Comensoli morì infatti quattro anni più tardi, stroncato da un infarto nel suo atelier cittadino. La sua opera è stata celebrata nel corso degli anni da diverse retrospettive, come quella del 1998 al Museo d'Arte Moderna di Lugano o dieci anni più tardi, all'interno della pinacoteca Casa Rusca di Locarno e del museo Epper d'Ascona.

Per saperne di più:

Una foto di Comensoli (© comensoli.ch).