Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Peter Bonetti (1947)

origini sconosciute

Era detto "the Cat", il gatto, e basterebbe questo soprannome per comprendere parte della sua leggenda calcistica. Peter Bonetti, nato il 27 settembre 1941 a Londra da genitori ticinesi, fu una delle grandi glorie dell'FC Chelsea. La pagina del sito ufficiale del club inglese di calcio dedicato ai campioni del passato parla di un portiere "dai riflessi sorprendenti e dall'agilità aggraziata", capace di collezionare 729 presenze e vincere diversi trofei tra cui una FA Cup nel 1970. Fatta eccezione per una breve parentesi che lo vide vestire la maglia dei St. Louis Stars per appena 21 partite nel 1975, l'estremo difensore rimase fedele ai Blues per venti stagioni, dal marzo 1960 (debuttò ad appena 18 anni) al 1979. Una vera e propria bandiera. Ma Bonetti è ricordato per un altro, importante traguardo: fece infatti parte (in qualità di riserva di Gordon Banks) della formazione inglese che nel 1966 conquistò la Coppa del Mondo. Tradizione voleva che solo l'undici titolare venisse omaggiato della medaglia celebrativa nella cerimonia post-finale, ingiustizia che venne corretta il 10 giugno 2009 quando anche le riserve (incluso Bonetti) ricevettero l'onorificenza al numero 10 di Downing Street, nella residenza del Primo Ministro britannico.

Per saperne di più: