Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Anna Maria Corazza-Bildt (1963)

discendente dei Corazza di Dongio

Di nazionalità italiana, naturalizzata svedese e membro del Parlamento europeo in Belgio, la storia di Anna Maria Corazza-Bildt parte dal Ticino. Discende infatti dai Corazza di Tabiano Terme, una dinastia con origini bleniesi: furono Giacomo Corazza e Rosa Gatti (figlia di Carlo Gatti, imprenditore a Londra) ad allontanarsi dalla natìa Dongio alla fine dell'Ottocento per acquistare delle proprietà nel parmense grazie ai capitali ottenuti in Gran Bretagna. Una settantina di anni dopo è nata a Roma Anna Maria, trasferitasi poi a Londra, Parigi, Ginevra e negli Stati Uniti per studiare e lavorare con Ocse, Unesco, Banca mondiale. Nel corso degli anni Novanta ha lavorato per le Nazioni Unite e dal 1992 al 1996 ha prestato servizio nei Balcani; proprio durante una missione ha conosciuto Carl Bildt, ex primo ministro svedese. Sposatasi nel 1998, la ticinese è divenuta una celebre rappresentante del cibo italiano e del mangiar sano in Svezia, meritandosi l'onorificenza di Grande Ufficiale in Italia e il soprannome di "Madame Parmigiano" nel Nord Europa; nel 2002 ha anche pubblicato un libro di cucina (From Parma with love, people, food and tradition), divenuto un bestseller in poco tempo. Naturalizzata svedese, nel 2009 è stata eletta come rappresentante del Paese scandinavo al Parlamento europeo di Bruxelles.

Per saperne di più:

Anna Maria Corazza-Bildt in una foto recente (© Wikipedia/Bengt Nyman).