Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Douglas Sirk (1897-1987)

dalla Germania

Nato come Hans Detlef Sierck nel 1897 ad Amburgo, Douglas Sirk fu un regista tedesco. Mosse i primi passi nel campo teatrale, per poi passare dietro alla macchina da presa a metà degli anni Trenta; l'ascesa di Adolf Hitler lo spinse tuttavia a emigrare (in compagnia della moglie, l'attrice ebrea Hilde Jary) prima in Svizzera e nei Paesi Bassi, infine negli Stati Uniti. Una scelta che gli porterà fortuna: firmò infatti con la Universal e diresse alcuni dei più importanti melodrammi dell'epoca come Magnifica ossessione (1953), Come le foglie al vento (1956) e Tempo di vivere (1958), tratto dal romanzo di Erich Maria Remarque. Si ritirò dal cinema dopo la lavorazione de Lo specchio della vita; era il 1959, anno in cui si trasferì a Ruvigliana. Nei dieci anni successivi si dedicò alla regia teatrale e a una manciata di cortometraggi, per poi godersi la pensione in Ticino. Morì nel Comune luganese nel 1987, all'età di 89 anni.

Per saperne di più: