Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


N. O. Scarpi (1888-1980)

dall'Austria

Nato nel 1888 a Praga da genitori di origini austriache, Scarpi N. O. (all'anagrafe Fritz Bondy) fu scrittore, traduttore e regista. Perse il padre naturale in giovane età, ma quello adottivo (Heinrich Teweles) lo introdusse al mondo del teatro e della scrittura. Nel 1912 si avvicinò alla regia teatrale divenendo direttore artistico al Deutsches Theater di Praga e in altri teatri a Berlino e Amburgo. Sempre negli anni Dieci si trasferì in Svizzera, a Davos, per consentire alla moglie di curarsi nel sanatorio locale. Rimase tuttavia vedovo alla fine del decennio e soggiornò in diverse località tedeschie, austriache e francesi. Dal 1926 al 1932 fu a Viganello, da dove trasse il suo pseudonimo: "Scarpino" era infatti il nome di un negozio di calzature poco distante da casa sua. Nel Comune ticinese scrisse racconti e romanzi, mentre nel 1931 l'artista ottenne la cittadinanza svizzera. Si trasferì più a nord e dal 1940 visse per quattro decenni a Zurigo, dove continuò a tradurre dall'inglese e dal francese, dirigere e raccogliere aneddoti poi convogliati in diverse opere. Morì nella città della Limmat nel 1980.

Per saperne di più: