Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Errico Malatesta (1853-1932)

dall'Italia

Nato nel 1853 in provincia di Caserta, Errico Malatesta fu un anarchico e scrittore. Figlio di un proprietario terriero campano e di una donna francese, si trasferì a Napoli per studiare medicina, ma non si laureò mai. Gli anni dell'università lo avvicinarono giovanissimo alla politica e fu arrestato non ancora diciottenne a seguito di una sommossa studentesca. Fu solo il primo di una lunga lista di fermi e ordini d'esilio che portarono Malatesta a soggiornare in Ticino a più riprese - per esempio nella seconda metà degli anni Settanta, nel 1891 per un congresso e la costituzione del partito anarchico a Capolago o nel 1914, quando vi trovò rifugio in seguito al fallimento della Settimana Rossa. Ma le ambizioni politiche lo portarono anche in altri Paesi europei e in Argentina, dove visse dal 1886 al 1889 (tentando addirittura la carriera di cercatore d'oro in Patagonia). La sua verve fu però limitata dall'avvento del fascismo in Italia, che lo costrinse a un isolamento forzato. Malatesta morì a Roma nel 1932.

Per saperne di più: