Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Albert Ehrenstein (1886-1950)

dall'Austria

Nato a Vienna nel 1886, Albert Ehrenstein fu uno scrittore e poeta austriaco. Di origini ebree, studiò storia e filosofia nella città natale dal 1905 al 1910 e poco tempo dopo esordì con il romanzo Tubutsch (1911), uno dei primi dell'espressionismo seguito da diverse raccolte di liriche, tra cui Die weisse Zeit (1914; L'età bianca) e Der Mensch schreit (1916; L'uomo grida). Superata la Prima guerra mondiale (lavorò nell'archivio bellico di Vienna), negli anni Venti Ehrenstein si dedicò a un'altra sua passione: i viaggi. Visitò l'Europa, l'Africa, l'Oriente e la Cina, lasciandosi influenzare profondamente dalle tradizioni letterarie di questo Paese. Nel 1932 si trasferì a Brissago dove rimase per diversi mesi, prima di ripartire (a causa delle persecuzioni naziste) alla volta di Unione Sovietica, Francia, Inghilterra, Spagna e Stati Uniti. A New York incontrò altre persone in esilio (tra cui Richard Hülsenbeck), imparò l'inglese e proseguì la propria carriera. Morì nel 1950, all'età di 63 anni.

Per saperne di più: