Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Antoinette de Saint Léger (1856-1948)

dalla Russia

Nata in Russia da famiglia nobile nel 1856, la baronessa Antoinette de Saint Léger legò il suo nome e la sua fama alle isole di Brissago. Si sposò nel 1881 con l'ufficiale anglo-irlandese Richard Fleming e insieme svilupparono una grande passione per la botanica. Così, quando nel 1885 acquistarono le isole sul Verbano, decisero di trasformarne una (l'Isola Grande) in un giardino esotico che affiancò la loro residenza e una chiesa. Abbandonata dal marito nel 1897, la baronessa si dimostrò molto attiva anche in campo culturale, invitando i maggiori artisti dell'epoca a trascorrere qualche giorno da lei. Sfortunatamente dilapidò nel giro di tre decenni il proprio patrimonio e nel 1927 dovette vendere le proprietà a Max Emden; trascorse gli ultimi vent'anni della sua esistenza all'ospizio San Donato di Intragna, dove morì sola nel 1948. Un anno più tardi le autorità pubbliche hanno acquistato le sue ex isole trasformandole in Parco Botanico del Cantone Ticino.

Per saperne di più: