Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Tadeusz Kosciuszko (1746-1817)

dalla Polonia

Generale polacco, ingegnere ed eroe in patria e negli Stati Uniti, Tadeusz Kosciuszko nacque nel 1746. All'età di ventitré anni si trasferì a Parigi, dove studiò all'Accademia di Belle Arti; il giovane comprese però presto che non era fatto per la pittura e, desideroso di fare esperienza in campo bellico, studiò ingegneria e nel 1776 si trasferì negli Stati Uniti. Qui seppe distinguersi soprattutto grazie alla costruzione di fortificazioni sia sul fronte settentrionale, sia su quello meridionale della guerra di indipendenza americana; nel 1783 fu quindi nominato generale di brigata dell'esercito americano. Tornato in Polonia un anno più tardi, divenne sempre più influente dal punto di vista politico e nel 1792 combattè contro l'esercito russo in più battaglie, guadagnandosi il grado di generale di corpo d'armata. Fatto prigioniero dal nemico, nel 1796 iniziò l'esilio di Kosciuszko, durante il quale fu spesso a Soletta e qui conobbe Emilia von Zeltner; non a caso nel 1816 è attestato un soggiorno di venti giorni a Villa Morosini a Vezia, dove la von Zeltner abitava. Morto nel 1817, il cuore dell'eroe polacco fu custodito in un monumento nel giardino della villa per diversi decenni, prima di essere ceduto definitivamente nel 1895 al Museo Nazionale Polacco nel Castello di Rapperswil.

Per saperne di più: