Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


James Joyce (1882-1941)

dall'Irlanda

Considerato uno dei più grandi scrittori di sempre, James Joyce nacque a Dublino nel 1882. Si diplomò nella città natale ed esordì con Chamber Music - un volume di versi - nel 1907, seguito dalla popolare raccolta di racconti Gente di Dublino (1914). Definitosi esule volontario dalla madrepatria irlandese, dall'inizio del XX secolo Joyce abitò in Francia (Parigi), Italia (Trieste) e in Svizzera. Durante la Prima guerra mondiale, infatti, lui e la moglie Nora Barnacle erano di casa a Zurigo e a Locarno, dove vissero per diversi mesi tra il 1917 e il 1918 per sfuggire al maltempo che affliggeva la città sulla Limmat; sul Lago Maggiore lo scrittore strinse una significativa amicizia con la giovane Gertrude Kaemmpffer (in cura a Orselina) che divenne personaggio del suo capolavoro assoluto: l'Ulisse, in parte abbozzato proprio in Ticino e pubblicato nel 1922. Negli anni successivi Joyce visse perlopiù a Zurigo, dove morì nel 1941. Oggi riposa nel cimitero di Fluntern, vicino allo zoo cittadino.

Per saperne di più: