Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Ippolito Monighetti (1819-1878)

discendente dei Monighetti di Biasca

Noto in Russia come Ippolit Antonovic Monighetti, è nato a Mosca nel 1819. Il padre, Carlo Antonio Monighetti, era infatti emigrato nel Paese degli zar per affari. Ippolito frequentò una scuola di disegnò e studiò architettura dal 1834 all'Accademia delle belle arti di San Pietroburgo. Dopo una lunga serie di viaggio ed esperienze all'estero, nel 1847 si laureò architetto e qualche anno più tardi disegnò i primi progetti per lo zar Nicola I tra cui il bagno turco (1852) nella residenza imperiale di Tsarskoie Selo. Nel 1858 fu nominato professore ordinario e un anno dopo costruì per lo zar Alessandro II una chiesa in stile bizantino (1859) nella tenuta di Livadija (Ucraina) e un palazzo (andato distrutto nel 1911). Dal 1869 al 1873 si occupò della decorazione interna di due yacht imperiali, il "Dergiava" e il "Livadija". Nel 1876 progettò invece il museo politecnico di Mosca. Morì nel 1878 nella città di San Pietroburgo, ma la sua stirpe è ancora viva come dimostra l'attività in campo musicale del pronipote Ivan Monighetti.

Per saperne di più: