Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Pietro Pazzi (1848-1914)

di Semione

Nato nel 1848 a Semione in val di Blenio, Pietro "Peter" Pazzi - come molti dei suoi compaesani - emigrò all'estero in giovane età. Si trasferì infatti in Inghilterra nel 1870 e in poco tempo trovò lavoro come cameriere nel cuore di Londra, alla Oxford Music Hall di Oxford Street. Divenuto padre di Severino e Virginia rispettivamente nel 1871 e nel 1875, nella seconda metà degli anni Settanta fece carriera grazie al Pazzi's Restaurant, locale aperto nei pressi di Finsbury Park, piena periferia londinese. Aiutato dal fratello minore Massimo, beneficiò della vicina presenza della metropolitana e fece buoni affari per diversi anni. Nonostante la lontananza da casa, rimase legato alla realtà ticinese e prese parte alla rivoluzione liberale dell'11 settembre 1890 a Bellinzona, evento che tuttavia lo scosse e lo spinse a troncare i ponti con la Svizzera. Già dal 1891 era solito professarsi cittadino britannico, e nel giro di cinque anni ottenne la cittadinanza. Successivamente allargò la propria sfera di investimenti nel settore finanziario e morì nel 1914 lasciando dietro di sé una piccola fortuna di svariate migliaia di sterline.

Per saperne di più: