Vai al contenuto principale Vai alla ricerca


Mosé Giacomo Bertoni (1857-1929)

di Lottigna

Botanico, geografo e scienziato, Mosè Giacomo Bertoni fu innanzitutto un grande viaggiatore. Dopo aver studiato diritto a Zurigo e scienze naturali a Ginevra, abbandonò l'università a un passo dalla laurea in botanica per partire alla volta dell'Argentina. Tre anni più tardi si trasferì quindi in Paraguay dove installò la colonia Guillermo Tell in una località tuttora chiamata Puerto Bertoni. Mosè Giacomo (in America noto anche come Moisés Santiago) si spostò poi nel 1894 ad Asunción, a 350 chilometri di distanza, per fondare la scuola nazionale di agricoltura. Vi rimase per dieci anni. Fatto ritorno a Puerto Bertoni, si dedicò a studi di botanica, meteorologia, agronomia, geografia, etnografia e zoologia nel cuore della foresta dell'Alto Paraná. La sua abitazione e la sua numerosa famiglia (13 figli) furono coinvolti in un'intensa attività di ricerca e analisi che rese necessaria l'installazione di una tipografia, nel 1918, chiamata "Ex Sylvis". Al momento della morte (nel 1929) la bibliografia di Bertoni contava oltre 500 pubblicazioni. Oggi l'immagine del ticinese in Paraguay è quasi mitica in virtù del suo ruolo di saggio (era detto "el Sabio") e a Puerto Bertoni è nato nel 1998 un museo a lui dedicato.

Per saperne di più: