Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Presentazione

Su proposta del Dipartimento dell'educazione, della cultura e dello sport (DECS), il Consiglio di Stato ha istituito il Sistema per la valorizzazione del patrimonio culturale (SVPC). Il servizio è operativo dal 1. dicembre 2014 e si occupa primariamente della messa in opera del progetto Sàmara - Il patrimonio culturale del Cantone Ticino.

Il servizio è il referente all’interno dell’Amministrazione Cantonale per la valorizzazione e la diffusione del patrimonio custodito dagli istituti culturali attivi sul territorio ticinese. Tra le altre cose, promuove la messa in rete transdisciplinare di biblioteche, archivi, musei e altri centri di documentazione con lo scopo principale di facilitare l’accesso all’informazione agli utenti finali.

L’istituzionalizzazione di questo servizio ha creato i presupposti per lo sviluppo di progetti innovativi, integrati con istituzioni pubbliche e private cantonali, svizzere ed estere. L’iniziativa incoraggia infatti la condivisione di metodologie, strumenti e contenuti tra gli istituti ticinesi e la messa in rete con iniziative analoghe oltre i propri confini territoriali e tematici.

Il progetto è sostenibile a più livelli:

  • promuove le dinamiche sociali locali nel contesto globale,
  • sostiene un processo di governance che dà importanza ai piccoli attori come ai grandi,
  • è un processo che permette di razionalizzare le risorse economiche attribuite a questo settore,
  • sostiene una migliore conoscenza del proprio territorio e delle sue risorse.

Pur articolandosi in spazi virtuali, questo genere di progetti comporta impatti e ritorni importanti sul territorio e sulle dinamiche socio-economiche. Una volta consolidati, costituiranno un sistema informativo territoriale ricco e variegato, in cui sarà possibile sviluppare nuove sinergie all’interno e all’esterno della filiera culturale.

Il progetto è finanziato con l'Aiuto federale per la lingua e la cultura italiana.

Missione e attività del SVPC

Missione

Il SVPC svolge i seguenti compiti:

  1. mette in opera il portale web denominato Sàmara, assicurandone lo sviluppo e il monitoraggio sul lungo termine, adattando lo strumento al contesto operativo in collaborazione con il Centro sistemi informativi (CSI);
  2. promuove la messa in rete transdisciplinare di biblioteche, archivi, musei e altri centri di documentazione, pubblici e privati, con lo scopo primario di facilitare l’accesso all’informazione agli utenti finali;
  3. fornisce consulenza agli operatori culturali del territorio, nell’ambito della gestione e valorizzazione del patrimonio culturale digitale, incoraggiando l’adozione di metodologie e strumenti condivisi e standard normativi che facilitino la raccolta, la gestione, lo scambio e la diffusione a livello nazionale e internazionale dei dati.

Attività

Nel perseguimento della propria missione il SVPC:

  1. analizza le banche dati degli istituti culturali del Cantone Ticino e le relaziona con il portale Sàmara;
  2. gestisce e diffonde il patrimonio culturale digitale, sviluppando sinergie anche all’esterno dell’Amministrazione cantonale, ad esempio con la realtà accademica della Svizzera italiana e altri istituti culturali, sulla base delle Convenzioni che regolano i rapporti tra tali istituti e SVPC;
  3. organizza conferenze, incontri e scambi con gli istituti interessati;
  4. sensibilizza gli operatori del settore per promuovere lo sviluppo coerente degli strumenti gestionali.

Contatti

Sistema per la valorizzazione del patrimonio culturale
Piazza Governo 7
6501 Bellinzona

tel. +41 91 814 43 70