Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Indennità per lavoro ridotto

Le indennità per lavoro ridotto (ILR) permettono alle aziende di mantenere occupazione e competenze in caso di una temporanea riduzione dell’attività, dovuta generalmente a motivi economici.

Informazioni importanti per le aziende legate all’emergenza COVID-19

Per far fronte alle conseguenze della pandemia, la Confederazione ha deciso di estendere in modo mirato le prestazioni nell’ambito delle ILR:

  • Allargamento della cerchia dei beneficiari anche ai lavoratori su chiamata con contratto a tempo indeterminato.
  • Allargamento della cerchia dei beneficiari anche ai rapporti di lavoro di durata determinata e ai rapporti di tirocinio e abolizione del periodo di attesa di un giorno.

Ricordiamo di inoltrare il preannuncio di lavoro ridotto attraverso il modulo online («Procedura semplificata» in vigore).

In caso di nuove limitazioni alle attività imposte dalle autorità, le aziende che necessitano di ILR sono invitate a inoltrare il preannuncio il più presto possibile (non vi è effetto retroattivo per i periodi computabili).

Per quanto riguarda l’estensione delle prestazioni, invitiamo le aziende già a beneficio delle ILR a prendere contatto con la propria cassa di riferimento.

  Modulo online  
Preannuncio di lavoro ridotto «Procedura semplificata»

Termini di preannuncio e periodo d'attesa

Il periodo di attesa di un giorno è abolito fino al 31 marzo 2021, con effetto retroattivo al 1° settembre 2020. Si ricorda che il termine di preannuncio di 10 giorni resta tuttora valido.

Cos'è il lavoro ridotto

Per lavoro ridotto si intende una riduzione temporanea dell’attività dell’azienda, pur mantenendo i rapporti contrattuali di lavoro.
Il lavoro ridotto generalmente è da ascrivere a motivi economici.
La perdita di lavoro deve essere presumibilmente temporanea.
Le perdite di lavoro dovute a provvedimenti ordinati dall'autorità o a circostanze indipendenti dalla volontà del datore di lavoro rientrano pure sotto la definizione di lavoro ridotto.
Ne fanno parte anche le perdite di lavoro dovute a mancanza di clientela in seguito alle condizioni meteorologiche.

Il datore di lavoro è tenuto ad annunciare, tramite l’apposito formulario “Preannuncio di lavoro ridotto” la prevista introduzione del lavoro ridotto, (è determinante il timbro postale oppure la data di inoltro del formulario online).

Se il datore di lavoro ha annunciato in ritardo l’introduzione dell’orario ridotto, la perdita di lavoro è computabile soltanto a contare dalla data del preannuncio.

CONTATTI

Ufficio giuridico
della Sezione del lavoro

Residenza governativa
6500 Bellinzona

Sezione dedicata alle ILR
www.lavoro.swiss

FAQ - Domande frequenti
Lavoro ridotto: domande frequenti