Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Indennità - Restituzione: domanda di condono

Descrizione
Secondo le disposizioni dell’art. 25 cpv. 1 LPGA le prestazioni indebitamente riscosse devono essere restituite.
Se il beneficiario era in buona fede e si trova in gravi difficoltà, l’assicuratore rinuncia completamente o in parte alla restituzione delle prestazioni indebitamente concesse.
Determinante per il riconoscimento di una grave difficoltà è il momento in cui la decisione di restituzione passa in giudicato.

Una domanda di condono può essere accolta unicamente nel caso in cui entrambe le condizioni (buona fede e grave difficoltà economica) siano adempiute.


Cosa fare
La domanda scritta, motivata e corredata dei necessari giustificativi, deve essere inoltrata alla Cassa disoccupazione che ha notificato la decisione di restituzione entro 30 giorni dal momento in cui la decisione è passata in giudicato.
La Cassa disoccupazione sottopone quindi la domanda, per decisione, all’Ufficio giuridico della Sezione del lavoro.


Base legale

837.0
Legge federale su l'assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l'indennità per insolvenza (Legge sull'assicurazione contro la disoccupazione, LADI)
del 25 giugno 1982

837.02
Ordinanza su l'assicurazione obbligatoria contro la disoccupazione e l'indennità per insolvenza (Ordinanza sull'assicurazione contro la disoccupazione, OADI)
del 31 agosto 1983

830.1
Legge federale del 6 ottobre 2000 sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (LPGA)
6 ottobre 2000

830.11
Ordinanza dell' 11 settembre 2002 sulla parte generale del diritto delle assicurazioni sociali (OPGA)
11 settembre 2002


CONTATTI

Ufficio giuridico
della Sezione del lavoro

Residenza governativa
6500 Bellinzona