Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Lotta al lavoro nero

Il lavoro nero non è una questione di poco conto. Esso danneggia i singoli e la collettività. I lavoratori regolari vedono la loro posizione indebolita a causa di una concorrenza sleale, mentre quelli irregolari non beneficiano delle prestazioni previdenziali, sociali e assicurative previste dalle Leggi e dai contratti collettivi di lavoro. Alla collettività vengono sottratte, tramite l’evasione fiscale e contributiva, importanti risorse.

Per ridurre il rischio di una maggiore diffusione del lavoro nero con l'introduzione della libera circolazione delle persone, a fianco delle misure di accompagnamento all'ALC, la Confederazione si è dotata di una legge specifica, la Legge federale concernente i provvedimenti in materia di lotta contro il lavoro nero, meglio conosciuta come Legge federale contro il lavoro nero (LLN), entrata in vigore, insieme alla relativa Ordinanza (OLN), il 1° gennaio 2008. Quest'ultima ha consentito ai Cantoni di dotarsi di organi di controllo specifici per intensificare la lotta a questo fenomeno nell'ambito delle assicurazioni sociali, della legislazione sugli stranieri e delle imposte alla fonte. La nuova base legale ha permesso di creare una struttura in grado d'integrare vecchi e nuovi attori (collaborazione, coordinamento e scambio delle informazioni), potenziando le possibilità di raccolta dati e di sanzione.

INFORMAZIONI

Ufficio per la sorveglianza del mercato del lavoro
Viale Stefano Franscini 17
6501 Bellinzona

tel.   +41 91 814 37 89/97
dfe-lavoro.nero(at)ti.ch

SANZIONI

Elenco dei datori di lavoro che sono stati oggetto di un’interdizione di offrire prestazioni in Svizzera
La SECO tiene attualmente un elenco dei datori di lavoro che sono stati oggetto di una sanzione passata in giudicato.