Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Acqua potabile

Non si conoscono i tempi di ripristino della potabilità dell’acqua. Per informazioni puntuali rivolgersi ai rispettivi Comuni con le seguenti modalità.

Comune di Cevio:

Consultare il sito del comune cevio.ch  o link diretto https://cevio.ch/albo/avvisi-diversi/informazioni-e-comunicati-in-merito-alluviione/  oppure sulla app Cevio.


Comune di Lavizzara:

Scrivere all’indirizzo e-mail info@lavizzara.ch

Alcuni acquedotti hanno subito danni rilevanti alle captazioni (sorgenti), altri sono stati estremamente sollecitati dalle precipitazioni con rischio di infiltrazioni di acque superficiali.

I tecnici comunali sono al lavoro per ripristinare il prima possibile una situazione di normalità. Nelle frazioni dove mancava l’acqua sono stati approntati collegamenti di emergenza per portare una quantità minima di acqua. In seguito bisogna lavorare per ripristinare la potabilità. La potabilità può essere ripristinata a seguito di analisi che attestino la conformità dell’acqua e, a dipendenza del caso, anche attraverso la clorazione e conseguente disinfezione di tutta la rete di distribuzione. Si avvisa che l’acqua potrebbe essere disinfettata tramite clorazione in qualsiasi momento.    

In caso di non potabilità dell’acqua seguire le seguenti prescrizioni:

È necessario far bollire l’acqua per i seguenti usi:

  • bere, preparazione di bibite (cubetti di ghiaccio);

  • preparazione di alimenti ;

  • lavaggio frutta, verdura, insalata o altri alimenti;

  • preparazione tè o caffè con apparecchi domestici;

  • igiene orale (per esempio, lavarsi i denti);

  • scopi medicinali (lavaggio ferite, risciacqui nasali, ecc.);

  • lavaggio a mano delle stoviglie;

  • acqua potabile per animali domestici sensibili.

Alimenti/acqua per lattanti: si raccomanda di utilizzare acqua minerale liscia o gassata.

Non è necessario far bollire l’acqua per le seguenti attività: 

  • usare lavastoviglie (scegliere la temperatura massima di almeno 80°C);

  • usare lavatrice;

  • pulire;

  • farsi la doccia.

Se si dovessero presentare sintomi come febbre, diarrea o vomito, consultare un medico

Animali da reddito (bovini, maiali, pecore, capre, ecc.) possono essere abbeverati con acqua pulita (nonostante la non potabilità per l’essere umano).

Animali da compagnia (cani, gatti, ecc.) possono essere abbeverati preferibilmente con acqua potabile. Se non disponibile, si può utilizzare acqua non potabile dopo bollitura.

Negli impianti di produzione di derrate alimentari (esempio sugli alpi), per la pulizia degli impianti di mungitura e di conservazione del latte deve essere utilizzata acqua potabile (in assenza di odore e colore anomali dopo bollitura).

Balneabilità

I risultati dei prelievi del Laboratorio cantonale hanno permesso di stabilire una buona qualità microbiologica delle acque limpide nel fiume Maggia e nel lago Maggiore. Questo ha permesso di revocare il divieto di balneazione. Resta valida la raccomandazione generale di fare il bagno unicamente in acque limpide, evitando quindi acque molto torbide e dove sono presenti grossi ammassi di materiale galleggiante. Seguire eventuali indicazioni sul posto.

Nelle prossime settimane continueranno i prelievi regolari in alcuni punti scelti del fiume Maggia e del lago Maggiore. I risultati delle analisi microbiologiche saranno valutati secondo le raccomandazioni concernenti il rilevamento e la valutazione della qualità delle acque di siti di balneazione lacustri e fluviali, pubblicate dall’Ufficio federale dell’ambiente (UFAM) e della sanità pubblica (UFSP). Eventuali aggiornamenti saranno comunicati attraverso i canali stampa. 

I potenziali pericoli derivano dal materiale galleggiante (pericolo fisico), oppure dalla presenza di animali morti o dallo scarico degli impianti di depurazione danneggiati (pericolo microbiologico). 

Valutare la situazione sul posto e seguire le raccomandazioni. Rispettare i divieti imposti dalle Autorità. In caso di malessere consultare un medico.

Varie

Al momento l’accesso da Cevio in direzione della Valle Bavona e della Valle Lavizzara è autorizzato unicamente ai mezzi di soccorso, agli addetti ai lavori e alle persone residenti (ndr questo perché tutta la zona sinistrata non è ancora bonificata).

Il passaggio del ponte pedonale di Visletto è permesso, fino ad un peso massimo di 3.5 tonnellate, con larghezza massima di 1.80 metri e alla velocità di 10 chilometri orari. Questo seguendo le istruzioni del personale adibito al disciplinamento dell'accesso alla struttura e rispettando le disposizioni e gli orari seguenti:

Enti di primo intervento: precedenza nel passaggio 24/24 ore.

Fornitori: mattino, 05:00 – 06:00

Residenti lavoratori: mattino, 06:00 – 08.00 // pomeriggio, 17:00 – 19:00

Proprietari di case secondarie: mattino, 09:00 – 10:00 // pomeriggio, 15:00 – 16:00 

 

Transiti gestiti direttamente dal personale sul posto:
- visite mediche e veterinarie, 
- agricoltori, addetti ai lavori, assicuratori,
- rifornimenti di prima necessità.

In caso di allerte meteo sono possibili puntuali modifiche delle disposizioni indicate.

Agricoltori
Le istanze relative al settore agrario vanno rivolte per competenza alla Sezione dell'agricoltura al seguente numero telefonico: 078 677 00 25, dalle 08:00 alle 17:00, da lunedì a venerdì. Le richieste verranno vagliate dagli enti competenti secondo un concetto di priorità basato anche sull'urgenza del fabbisogno (esempio: necessità di un intervento entro le 24 ore, fabbisogno particolare sulle 72 ore, eccetera).

Privati, ditte, patriziati
Le istanze che non riguardano il settore agrario, provenienti da privati, ditte e/o patriziati saranno coordinate dalla Protezione civile sempre in base al grado di urgenza e saranno prese a carico rispettivamente dalla Protezione civile stessa e dall'Esercito nonché dai volontari che si sono messi a disposizione. Al fine di centralizzare i flussi, queste richieste andranno inviate ai Comuni di Lavizzara e Cevio al seguente numero telefonico: 091 754 25 50, dalle 08:00 alle 17:00, da lunedì a venerdì.

In caso di bisogni di beni e/o servizi di prima necessità in zone isolate, in caso di impossibilità di raggiungere un negozio con un veicolo o a breve distanza a piedi, rivolgersi ai rispettivi Comuni con le seguenti modalità.

Comune di Cevio:

mail : cancelleria(at)cevio.ch

telefono : 091 759 0010

Comune di Lavizzara:

mail: info(at)lavizzara.ch

In linea di principio vengono messi a disposizione beni di prima necessità secondo una lista predefinita per un fabbisogno di 3-4 giorni per ogni persona della comunità/zona isolata che ne farà richiesta.

Alluvioni nell'alto Ticino - escursioni da evitare.

Maggiori informazioni sul sito:

https://www.ticinosentieri.ch/

Social media
Polizia cantonale

     

Social media
Cantone Ticino