Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Introduzione

Il progetto “Giustizia 2018” ha implicato delle riflessioni obbligate anche in ambito logistico delle varie sedi delle Autorità giudiziarie.  Le ristrutturazioni del Pretorio di Bellinzona e del Palazzo di giustizia di Lugano sono state quindi una buona occasione per riflettere sulla ripartizione sul territorio delle autorità giudiziarie e pianificare le sistemazioni logistiche in base al futuro assetto della giustizia ticinese.

Gli indirizzi logistici identificati e che saranno seguiti nell’ambito della pianificazione logistica, sono:

  1. Centralizzare le competenze per il perseguimento penale;
  2. Centralizzare le prime istanze penali a Bellinzona;
  3. Mantenere sul territorio le Preture;
  4. Raggruppare il Tribunale d’appello in una sola sede;
  5. Distaccare la sede del Consiglio della Magistratura.

1. Centralizzare le competenze per il perseguimento penale

Il messaggio n. 7080 del 14 aprile 2015 per la ristrutturazione del Palazzo di giustizia di Lugano permetterà di concentrare le autorità di perseguimento penale a Lugano (autorità inquirenti e i servizi della Polizia cantonale).


2. Centralizzare le prime istanze penali a Bellinzona

Il messaggio n. 6763 del 12 marzo 2013 per la ristrutturazione del Pretorio, approvato dal Gran Consiglio il 10 marzo 2014, permetterà di creare un polo penale a Bellinzona.


3. Mantenere sul territorio le Preture

Il mantenimento delle Preture nei distretti è stato confermato nel messaggio n. 6763 del 12 marzo 2013 che vedrà insediare la Pretura civile di Bellinzona nel ristrutturando Pretorio di Bellinzona. La sede della Pretura civile di Lugano è confermata nel comparto in centro a Lugano (PGL/Via Bossi) nel messaggio n. 7080 del 14 aprile 2015.


4. Raggruppare il Tribunale d’appello in una sola sede

Nel messaggio n. 7080 del 14 aprile 2015 è indicata la pista d’azione che prevede di  collocare il Tribunale d’appello, comprensivo della Corte di appello e di revisione penale, in una sede esterna al Palazzo di giustizia.

Per la sede definitiva del Tribunale d’appello si prevede la presentazione di un nuovo messaggio nell’autunno 2015.