Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Diritto di rimanere e diritto al ritorno

Diritto di rimanere Art. 4 Allegato I ALC e art. 22 OLCP

Le persone straniere che hanno svolto un'attività in Svizzera ed i loro familiari possono, a determinate condizioni, far valere un diritto di rimanere al termine della loro attività.

Tale diritto sussiste indipendentemente dal fatto che le stesse percepiscano o meno un eventuale contributo sociale.

Contrariamente, coloro che non hanno mai svolto un'attività lucrativa in Svizzera non possono avvalersi di tale diritto a meno che abbiano i requisiti necessari per poter ottenere un permesso di soggiorno senza attività.

Al termine dell'attività in Svizzera

Condizioni per fruire del diritto di rimanere

Hanno diritto di rimanere le persone straniere UE/AELS che:

  1. percepiscono una rendita di vecchiaia, hanno risieduto stabilmente in Svizzera durante gli ultimi 3 anni e vi hanno svolto un'attività lucrativa durante gli ultimi 12 mesi;
  2. sono divenute inabili al lavoro in maniera permanente ed hanno risieduto stabilmente in Svizzera almeno durante gli ultimi 2 anni;
  3. sono divenute inabili al lavoro in maniera permanente a causa di un infortunio o di una malattia professionale e percepiscono una rendita versata da un istituto assicurativo svizzero;
  4. hanno soggiornato e svolto attività lucrativa in Svizzera durante almeno 3 anni e intraprendono una nuova attività in un Paese dell'UE mantenendo il loro domicilio nel nostro Paese rientrandovi quotidianamente o perlomeno settimanalmente.

Precisazioni

  • I periodi di attività svolti all'estero come indicato al pto. d), vengono considerati ai fini del diritto di rimanere conformemente a quanto indicato ai pti. a) e b);
  • le persone straniere coniugate con un cittadino svizzero o con una persona che ha perso la nazionalità svizzera a seguito di matrimonio, possono vantare un diritto di rimanere al termine della loro attività lucrativa, conformemente a quanto indicato ai pti. a) e b), indipendentemente dalla durata del soggiorno effettuato;
  • la dimora permanente in Svizzera non è considerata interrotta se l'interessato si assenta dal nostro Paese per un periodo fino a 3 mesi per anno civile oppure onde prestare servizio militare;
  • l'interruzione dell'attività lucrativa in seguito a malattia o infortunio, il periodo di disoccupazione involontaria confermato dall'Autorità competente e l'interruzione involontaria di guadagno per il lavoratore indipendente sono considerati come periodi di attività lucrativa;
  • il diritto di rimanere decade se la persona straniera non se ne avvale entro 2 anni dal suo insorgere. Questo principio può essere applicato anche qualora la stessa, durante i due anni, abbia lasciato la Svizzera.


Dei familiari

Condizioni per fruire del diritto di rimanere

Hanno diritto di rimanere i familiari (indipendentemente dalla loro nazionalità) di persone straniere UE/AELS decedute con i quali convivevano purché:

  1. durante gli ultimi 2 anni prima del decesso, il lavoratore abbia dimorato in maniera permanente in Svizzera;
  2. il lavoratore sia deceduto in seguito ad un infortunio sul lavoro o ad una malattia professionale;
  3. il coniuge superstite sia in possesso della cittadinanza svizzera o l'abbia perduta per matrimonio.

Precisazione

Il diritto di rimanere decade se i familiari della persona straniera deceduta non se ne avvalgano entro 2 anni dal suo insorgere. Questo principio può essere applicato anche qualora la stessa, durante i due anni, abbia lasciato la Svizzera.

Modalità del diritto di rimanere

Le persone straniere UE/AELS ed i loro familiari (indipendentemente dalla loro nazionalità) che possono avvalersi di un diritto di rimanere conformemente ai capitoli precedenti, ottengono un permesso di dimora ordinario UE/AELS e hanno diritto alla piena mobilità geografica e professionale.