Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Ricongiungimento familiare

Familiari cittadini di uno Stato terzo non residenti in un Paese dell'UE al momento della presentazione della domanda/Applicazione della LStr, dell'OASA e dell'art. 8 CEDU

  • Se il titolare del diritto di soggiorno dispone del permesso di dimora "L", "B" o "C" UE/AELS, possibilità di ottenere un permesso per la moglie e i figli minori di 18 anni e non coniugati in applicazione degli artt. 42 e segg. LStr, 73 e segg. OASA e dell'art. 8 CEDU.
    Il ricongiungimento parziale dei figli può essere negato se la richiesta è dettata prevalentemente da motivi economici piuttosto che per ricostituire l'unione familiare. Inoltre, in questo caso, non può essere invocata l'applicazione dell'art. 8 CEDU in quanto il ricongiungimento sollecitato condurrebbe ad una nuova divisione in seno alla famiglia piuttosto che ad un mantenimento o ricostituzione della vita familiare;
  • nessun diritto ad ottenere un permesso per figli maggiori di 18 anni o ascendenti. Casi particolari possono essere esaminati nell'ambito degli artt. 30 LStr e 31 OASA previa decisione favorevole da parte dell'Autorità federale. L'art. 8 CEDU non può essere applicato se non per motivi estremamente particolari quali ad esempio persone portatrici di handicap mentali o fisici o affetti da gravi malattie e completamente a carico del titolare del diritto di soggiorno;
  • per quanto concerne la presentazione di un documento ufficiale comprovante il grado di parentela, la dichiarazione ufficiale di affidamento da parte del genitore residente all'estero o dell'Autorità competente, la necessità di disporre di un alloggio confacente, la disponibilità di mezzi finanziari sufficienti da parte di coloro che soggiornano in Svizzera senza esercitarvi un'attività lucrativa o esercitano un'attività indipendente e la dichiarazione di assenso da parte del titolare del diritto di soggiorno, si fa riferimento a quanto già indicato nel capitolo precedente.

Presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata dalla persona straniera, con il modulo ufficiale, all'Ufficio della migrazione.

Allegati

  • 2 fotografie;
  • documento di legittimazione originale per la verifica della validità;
  • documento ufficiale di stato civile comprovante il grado di parentela con il titolare del avente diritto;
  • contratto di locazione;
  • dichiarazione dei mezzi finanziari (solo se il titolare del diritto originario, in possesso del permesso "L" o "B", svolge un'attività lucrativa indipendente o soggiorna senza svolgere un'attività in Svizzera. I titolari di un permesso "C" hanno un diritto incondizionato solo per il ricongiungimento di moglie e figli o abiatici minori di 21 anni), ev. dichiarazione di espatrio da parte del genitore o dell'Autorità competente all'estero (solo per i figli di primo letto o in caso di ricongiungimento familiare parziale);
  • se viene chiesto il ricongiungimento a favore di figli di primo letto o di altri familiari del coniuge (es.: genitori, nonni, nipoti) deve essere allegata la dichiarazione di assenso del titolare del diritto di soggiorno originario;
  • per il ricongiungimento di figli maggiori di 18 anni o ascendenti, dovrà inoltre essere prodotta una dettagliata documentazione a sostegno della richiesta con particolare riferimento alla situazione familiare in Svizzera e all'estero.

Sportelli aperti
solo su appuntamento


Tenuto conto dell’attuale situazione pandemica si avvisa l’utenza che per il momento gli sportelli dei seguenti uffici sono aperti unicamente su appuntamento da fissare contattando gli uffici telefonicamente o tramite email.

Uffici dello Stato civile
Sezione della circolazione
Uffici distrettuali del registro fondiario
Ufficio del registro fondiario federale
Ufficio del registro di commercio
Autorità di prima istanza LAFE
Uffici di esecuzione
Uffici dei fallimenti
Ufficio dell’incasso e delle pene alternative


Rammentiamo la possibilità di evadere le procedure tramite i servizi online.




Sportelli aperti
solo su appuntamento

Maggiori informazioni