Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Ricongiungimento familiare

Familiari cittadini UE/AELS o di Stati terzi residenti in un Paese dell'UE e titolari di un permesso di soggiorno durevole/Applicazione dell'ALCP


Diritti e doveri

  • Diritto per il coniuge, i figli (anche se figli di primo letto) e gli abiatici minori di 21 anni;
  • diritto per i parenti in linea discendente (figli e abbiatici maggiori di 21 anni) e in linea ascendente (genitori e nonni) solo se a carico (dev'essere dimostrato, con la presentazione della documentazione ufficiale, il sostegno effettivo prima dell'entrata in Svizzera; es.: conferma rilasciata dalla competente Autorità estera, copie di versamenti effettuati ecc.), del avente diritto o del suo coniuge. Nel caso in cui non fosse possibile dimostrare il mantenimento prima dell'entrata in Svizzera di parenti in linea ascendente e discendente (figli e abiatici maggiori di 21 anni, genitori e nonni) interessati a chiedere un permesso di soggiorno, essi non potranno essere ammessi nell'ambito del ricongiungimento familiare bensì dovranno disporre di mezzi finanziari sufficienti o il titolare del diritto originario dovrà garantire, per iscritto, che provvederà esso stesso al loro sostentamento.
    In mancanza, per esempio, di mezzi finanziari sufficienti e se validi motivi lo giustificano un'eventuale istanza può essere esaminata in virtù dell'art. 20 OLCP se cittadini dell'UE o degli artt. 30 LStr e 31 OASA se cittadini di Stati terzi. In questi casi, il rilascio del permesso è subordinato alla decisione della SEM.
    Per gli allievi e gli studenti il ricongiungimento familiare è limitato al coniuge ed ai figli a carico (art. 3 cpv. 2 lett. c) e art. 24 cpv. 4 Allegato I ALC);
  • obbligo di produrre, per i figli naturali , minori di 18 anni (in caso di ricongiungimento parziale), per i figli di primo letto minori di 18 anni (nati da una precedente relazione senza matrimonio) o per gli abiatici minori di 18 anni, la dichiarazione ufficiale del genitore residente all'estero che autorizza l'espatrio dei figli a tempo indeterminato.
    Se esiste una sentenza ufficiale di affidamento dei figli al genitore o eventualmente ai nonni che risiedono in Svizzera, tale documento dovrà essere prodotto in sostituzione della dichiarazione succitata.
    Se viene chiesto il ricongiungimento a favore di figli di primo letto o di altri familiari del coniuge (es.: genitori, nonni, nipoti), deve essere allegata la dichiarazione di assenso del titolare del diritto di soggiorno originario;
  • diritto al ricongiungimento familiare anche solo parziale (es.: i coniugi hanno 3 figli; 1 chiede di raggiungere i genitori in Svizzera mentre gli altri 2 rimangono all'estero);
  • la persona straniera titolare di un permesso di dimora "B" o di dimora temporanea "L" che svolge un'attività lucrativa dipendente ha diritto al ricongiungimento familiare anche se percepisce un reddito modesto. Contrariamente, colui che svolge un'attività lucrativa indipendente o soggiorna in Svizzera senza svolgere un'attività, deve disporre di mezzi finanziari sufficienti* per il sostentamento di tutta la famiglia. L'eventuale richiesta di prestazioni assistenziali può, in questo caso, cagionare la revoca del permesso.
    Se il titolare del diritto di soggiorno è in possesso del permesso di domicilio "C" oppure è cittadino svizzero, indipendentemente dal fatto che quest'ultimo eserciti o meno un'attività lucrativa, non verrà effettuata alcuna verifica dei mezzi finanziari di cui dispone se il ricongiungimento familiare viene chiesto a favore della moglie o di figli e abiatici minori di 21 anni. Per contro egli dovrà sottoscrivere una dichiarazione con la quale garantisce il sostentamento della persona per la quale viene chiesto il permesso.
    In caso di ricongiungimento familiare di ascendenti oppure di figli o nipoti maggiori di 21 anni, il permesso potrebbe essere negato se il titolare del diritto di soggiorno (in possesso del permesso "C" o cittadino svizzero) beneficia già di prestazioni assistenziali e non esercita un'attività lucrativa dipendente.
    Pertanto, in questi casi, oltre a garantire il sostentamento dei familiari, egli è tenuto a dichiarare per iscritto se si trova a carico della pubblica assistenza ed eventualmente in quale misura;
  • obbligo di presentare un documento ufficiale, rilasciato dalle competenti Autorità, attestante il grado di parentela che intercorre con il titolare del diritto originario;
  • obbligo di presentare un contratto di locazione comprovante la disponibilità di un alloggio conveniente (è considerato tale un alloggio corrispondente ai criteri in uso nella regione e validi anche per i cittadini svizzeri) se il titolare del diritto di soggiorno è in possesso del permesso di domicilio "C", di dimora "B" o di dimora temporanea "L".
    In casi dubbi può essere sollecitato il consenso scritto del locatore all'usufrutto dell'alloggio da parte di tutta la famiglia.
    Se il titolare del diritto di soggiorno è cittadino svizzero, il rilascio di un permesso nell'ambito del ricongiungimento familiare non può essere vincolato alla disponibilità di un alloggio confacente.
    La relativa verifica viene effettuata dall'Autorità comunale;
  • nessun obbligo da parte dei familiari di risiedere nella medesima economia domestica (tranne i figli minorenni se non espressamente autorizzati dai genitori) a meno che non si verifichi un abuso di diritto (es.: matrimonio di compiacenza);
  • i figli minori di 12 anni che convivono con i genitori possono ottenere il permesso di domicilio "C" UE/AELS se uno di essi dispone di un siffatto documento di soggiorno;
  • la scadenza del permesso è adeguata alla validità del documento di cui dispone il titolare del diritto originario;
  • l'istanza intesa ad ottenere un permesso nell'ambito del ricongiungimento familiare può essere sottoposta al Municipio per un parere unicamente in casi particolari per quanto concerne l'abitabilità dell'appartamento.

Presentazione della domanda

La domanda deve essere presentata dalla persona straniera, con il modulo ufficiale, all'Ufficio della migrazione.

Allegati

  • 2 fotografie;
  • documento di legittimazione originale per la verifica della validità;
  • documento ufficiale di stato civile comprovante il grado di parentela con il titolare del avente diritto;
  • contratto di locazione;
  • dichiarazione dei mezzi finanziari (solo se il titolare del diritto originario, in possesso del permesso "L" o "B", svolge un'attività lucrativa indipendente o soggiorna senza svolgere un'attività in Svizzera. I titolari di un permesso "C" hanno un diritto incondizionato solo per il ricongiungimento di moglie e figli o abiatici minori di 21 anni), ev. dichiarazione di espatrio da parte del genitore o dell'Autorità competente all'estero (solo per i figli di primo letto o in caso di ricongiungimento familiare parziale);
  • i familiari cittadini di un Stato terzo devono produrre la copia del certificato di soggiorno in corso di validità, comprovante la loro durevole residenza in un Paese dell'UE al momento della presentazione della domanda di ricongiungimento familiare;
  • Se viene chiesto il ricongiungimento a favore di figli di primo letto o di altri familiari del coniuge (es.: genitori, nonni, nipoti) deve essere allegata la dichiarazione di assenso del titolare del diritto di soggiorno originario.