Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Ricongiungimento familiare

Ricongiungimento familiare differito (o tardivo)

Occorre tenere presente che l'età dei figli per ottenere un permesso nell'ambito del ricongiungimento familiare è fissata dall'ALCP a 21 anni.

Possono appellarsi alle disposizioni sul ricongiungimento familiare sia i figli comuni della coppia, sia i figli di uno dei coniugi.

Per i figli di nazionalità di uno Stato terzo che, al momento della presentazione della domanda, non risiedono in un Paese dell'UE sulla scorta di un documento di soggiorno durevole (confronta "Familiari cittadini di uno Stato terzo non residenti in un Paese dell'UE al momento della presentazione della domanda/Applicazione della LStr, dell'OASA e dell'art. 8 CEDU").

Abusi di diritto restano tuttavia possibili. Essi sussistono ad esempio allorquando chiari indizi evidenziano che la domanda di ricongiungimento familiare è dettata prevalentemente da interessi economici e che non è affatto previsto di ricostituire la vita familiare in Svizzera. In siffatti casi, il ricongiungimento è utilizzato al solo scopo di aggirare le prescrizioni d'ammissione.

Pertanto, prima di concedere l'autorizzazione, bisogna esaminare il singolo caso e verificare per esempio:

  • se la domanda di ricongiungimento viene presentata tempestivamente;
  • l'età del richiedente (domande presentate alla soglia della maggiore età possono destare dubbi circa lo scopo effettivo del soggiorno);
  • se il richiedente ha già precedentemente soggiornato in Svizzera, eventualmente a quale scopo e per quanto tempo;
  • la situazione familiare all'estero (il motivo per cui la persona alla quale il familiare era affidato non può più occuparsene).