Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Dimora temporanea "L" e permessi per giovani alla pari

Permessi per giovani alla pari

A determinate condizioni, ai cittadini degli Stati UE-28/AELS possono essere accordati dei permessi per giovani alla pari.

In modo particolare il loro soggiorno in Svizzera a tale scopo, non può superare i 2 anni, l'età minima è di 17 anni e quella massima di 30.

Lo scopo principale del soggiorno nel nostro Paese da parte del giovane, è quello di apprendere una nuova lingua ed eventualmente migliorare la cultura generale. Per tale motivo il giovane non deve essere di madrelingua italiana.

Il datore di lavoro è tenuto ad assicurare il giovane contro le malattie e gli infortuni presso un istituto riconosciuto.

Gli interessati hanno diritto alla mobilità geografica su tutto il territorio nazionale ma non alla mobilità professionale.

Al termine del soggiorno alla pari, qualsiasi cambiamento di posto di lavoro e/o di professione, è sottoposto ad autorizzazione.

Per i cittadini croati le domande sono sottoposte al Mercato del lavoro (priorità manodopera indigena, verifica delle condizioni salariali e lavorative e disponibilità del contingente).

Rilascio del permesso

La domanda formale deve essere presentata dalla persona straniera unitamente al datore di lavoro al Servizio regionale degli stranieri competente.

Allegati

  • 2 fotografie;
  • documento di legittimazione originale per la verifica della validità;
  • contratto di lavoro (dal documento devono risultare: il salario comprensivo di vitto e alloggio, che l'attività non supera le 5 ore giornaliere, che il giovane dispone di una camera individuale e i diritti e i doveri del giovane alla pari e della famiglia ospitante);
  • la dichiarazione di iscrizione o pre-iscrizione ad un corso per l'apprendimento della lingua italiana (i corsi sono a carico del datore di lavoro);

Osservazioni

La famiglia che ospita lo straniero deve essere informata che il 50% dei premi assicurativi contro malattie e infortuni, i contributi AVS e, se del caso, le imposte alla fonte, possono essere dedotti dal salario (argent de poche).

Rilascio del permesso a cittadini croati

Le domande sono sottoposte al Mercato del lavoro per esame e decisione (controllo del rispetto delle convenzioni in uso e verifica della disponibilità del contingente).