Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Principi e criteri d'intervento

La responsabilità dell’intervento degli agenti della Scientifica sul luogo di un reato o di un incidente (o comunque la decisione circa la necessità di un suo coinvolgimento) incombe in prima analisi, agli agenti di polizia presenti sul posto, in particolare a quelli della Gendarmeria. Questi agenti hanno dunque il compito, estremamente importante, di valutare la situazione in tutti i suoi aspetti (importanza effettiva e che potrebbe assumere in seguito) e di prendere le prime decisioni sul da farsi, che risulteranno fondamentali per lo sviluppo dell’inchiesta.
In altri casi, quelli di una certa importanza e gravità, o per altri ancora, meno urgenti e soprattutto pianificati, ecc., sarà la Polizia giudiziaria (PG) ad avvalersi della sua collaborazione, sia per un intervento diretto sul luogo dei fatti, sia per trasmettere richieste di accertamenti tecnici di laboratorio al servizio stesso.
Anche la Magistratura può rivolgersi direttamente alla Scientifica per problematiche di natura particolare che non delega alla Polizia giudiziaria, sovente legate alla necessità di dover documentare situazioni di fatto, effettuare esami di laboratorio, analisi o perizie in campi tecnico-scientifici di sua competenza.

Gli agenti della Scientifica non agiscono pertanto autonomamente nell’ambito delle loro competenze, ma dipendono dai colleghi o da altre autorità che svolgono in prevalenza una funzione inquirente.
Nel segno della più stretta collaborazione nella ricerca di verità, mentre questi ultimi sono chiamati in una prima fase dell’inchiesta a raccogliere le testimonianze delle persone, i primi esplicano un compito analogo per quanto concerne "le cose" (vedi: situazioni, oggetti, corpi del reato, tracce, ecc.).

Come già indicato, i compiti essenziali della Scientifica possono riassumersi, in linea di massima, nelle due grandi categorie seguenti:

  • fissare lo stato dei luoghi (o del quadro materiale della situazione) in relazione a reati e incidenti gravi;
  • procedere ai rilievi tecnico-scientifici di sua competenza sul luogo dei reati e degli incidenti gravi.

Solitamente, queste due operazioni vengono eseguite simultaneamente.

I criteri oggettivi per l'intervento della Scientifica non sono chiaramente definiti (ogni singolo caso deve essere considerato e valutato in modo indipendente).
Più precisamente, la Scientifica dovrebbe venire sistematicamente richiesta nei seguenti casi:

  • quando vi é morte o ferimento grave di persona (reati e incidenti: omicidi, disgrazie, infortuni sul lavoro, ecc.). La gravità delle ferite è naturalmente difficile da giudicare sul posto e rapidamente; è comunque da tener presente che, soprattutto in caso di incidenti della circolazione stradale, è senz'altro preferibile una costatazione immediata, con tutti gli elementi materiali ancora sul posto nella situazione reale, piuttosto che una successiva ricostruzione;
  • in quei casi in cui si presume di poter rilevare impronte o tracce utili alla ricerca dell'autore e alla determinazione di cause e circostanze o anche semplicemente alla spiegazione dell'evento (rapine, furti con scasso, incendi, ecc.);
  • in quei casi (di una certa importanza) in cui occorre procedere ad una fissazione dello “stato dei luoghi”, mediante vedute fotografiche, videoregistrazioni, schizzi planimetrici, ecc. (esplosioni, disgrazie, rinvenimenti di cadavere, ecc.);
  • quando la causa, circostanze e dinamica dell'evento non risultano subito chiare sulla base dei primi accertamenti (incidenti della circolazione, infortuni sul lavoro, rinvenimenti di cadavere, ecc.);
  • quando necessitano ricostruzioni, da effettuarsi mediante vedute fotografiche, videoregistrazioni, e/o planimetrie (rapine, omicidi, disgrazie, ecc.); queste ricostruzioni, richieste e dirette dal Magistrato inquirente, sono utili soprattutto quando l'autore è conosciuto (e arrestato).

Vi sono poi tutta una serie di casi e circostanze in cui si rivela indispensabile procedere a degli esami di laboratorio (ricerca, studio, analisi, comparazioni, ecc.)
Il materiale può essere rilevato e prelevato direttamente dalla Scientifica o trasmesso a questo servizio da parte dei colleghi inquirenti (Gendarmeria o PG).