Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Zaire Connection


Di cosa si tratta?

Gli autori, utilizzando falsi documenti d’identità, aprono conti bancari sui quali fanno confluire ordini di bonifico, rubati dalle cassette postali di ignare vittime ed abilmente modificati.

Come si sviluppa?

Gli autori inizialmente procedono all’apertura di conti correnti presso vari istituiti di credito, legittimandosi a mano di documenti d’identità contraffatti (in genere di buona fattura). Correi procedono al furto dalle cassette postali o presso banche di ordini di pagamento reali. I dati presenti sulle polizze rubate vengono abilmente modificati a favore dei conti precedentemente aperti. Le vittime si accorgono della realizzazione della truffa unicamente al momento della ricezione degli estratti conto. A questo stadio delle operazioni, gli autori hanno già effettuato il prelevamento dai loro conti. L’ammontare delle truffe può raggiungere cifre ragguardevoli.

Dove si verificano?

Anche in questo caso vittima ed autore non hanno nessun contatto diretto.

Chi sono gli autori?

Il nome di questa tipologia di truffa deriva dal fatto che sovente fra gli autori vi sono persone originarie del Congo (ex-Zaire). Si tratta di bande internazionali ben organizzate.

Perché si cade nell’inganno?

L’inganno sta nel fatto che vi sono documenti di legittimazione o documenti cartacei contraffatti. L’abilità nella realizzazione della contraffazione rende possibile l’ottenimento di un indebito profitto.

Consigli

In questi casi non è assolutamente evidente prevenire, per la vittima, questo tipo di reato, in quanto non è lei in prima persona ad essere ingannata. Ritardi nella ricezione di fatture, irregolarità riscontrate nell’estratto conto possono essere indicatori da non sottovalutare. Chiedete subito delle spiegazioni e cercate di ottenere risposte nel più breve tempo possibile.