Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Comunità religiose

In Ticino, oltre alle due Chiese ufficialmente riconosciute dallo Stato (Chiesa cattolica e Chiesa evangelica riformata), convivono altre religioni o modalità d'espressione religiosa.

Di conseguenza, è importante mettere a disposizione del cittadino informazioni sugli orientamenti e sull'organizzazione delle religioni praticate nel nostro Cantone.

Ma anche promuovere buone relazioni tra lo Stato e le diverse comunità religiose del Cantone, anche minoritarie, e affrontare i quesiti che sorgono in relazione alla libertà religiosa, alla funzione dello Stato, alle pratiche individuali della fede e all'importanza della religione come fattore di differenziazione.

Negli anni Settanta, quasi il 90% dei cittadini del Ticino si riconoscevano nella Chiesa cattolica. Questo numero si è ridotto di quasi il 30% da allora. Si sono dimezzate anche le Chiese e comunità protestanti. Al contrario, sono cresciuti coloro che non appartengono ad alcuna comunità religiosa passati dall’1.5 al 22.8%. Inoltre, ca. il 10% della popolazione residente in Ticino si riconosce in altre confessioni (cristiani ortodossi, comunità islamiche, israelita e altre chiese e comunità religiose).

Appartenenza religiosa popolazione residente in Ticino 1970-2018

 

1970

1980

1990

2000

2010

2015

2018

 

 

 

 

 

 

 

 

 

%

%

%

%

%

%

%

%

 

Totale

100.0

100.0

100.0

100.0

100.0

100.0

100.0

 

Chiesa cattolica romana

88.6

86.2

84.3

76.6

69.1

67.8

63.5

 

Chiese e comunità protestanti

8.2

8.3

7.2

6.0

4.5

4.1

3.9

 

Altre comunità cristiane

0.6

1.0

1.6

3.5

5.2

5.5

5.2

 

Comunità di confessione ebraica

0.3

0.2

0.2

0.1

(0.1)

(0.2)

(0.1)

 

Comunità islamiche

0.1

0.3

0.5

1.5

1.8

2.0

2.1

 

Altre chiese e comunità religiose

0.1

0.1

0.2

0.3

0.6

0.6

0.8

 

Nessuna appartenenza

1.5

2.7

5.2

7.5

15.9

17.8

22.8

 

Senza indicazione

0.6

1.2

0.8

4.3

2.9

2.1

1.6

 

Fonte: UST

Avvertenza: I risultati tra parentesi si riferiscono a estrapolazioni basate su 50 o meno osservazioni, devono pertanto essere interpretati con molta precauzione.

 

Il Dipartimento delle istituzioni ha nel 2007 promosso uno studio sulla realtà religiosa cantonale che ha evidenziato la presenza di 82 organizzazioni a scopo religioso e spirituale suddivise in 18 famiglie spirituali (cattolicesimo, ebraismo, chiese ortodosse, protestantesimi…).

 

Dal 2002 il Dipartimento delle istituzioni collabora con il Centro intercantonale d’informazione sulle credenze (CIC), una fondazione di diritto privato finanziata dai cantoni di Vaud, Vallese e Ticino. Il CIC è un centro di competenza specializzato nell’informazione, nella ricerca e nella formazione sul fenomeno religioso. Offre gratuitamente alla popolazione informazioni di qualità sui movimenti religiosi, gruppi religiosi controversi, nonché sulle politiche e legislazioni che regolano il campo religioso. Dalla fine del 2018 collabora con la Piattaforma cantonale di prevenzione della radicalizzazione e dell’estremismo violento stopradicalizzazione.ch

Al CIC possono rivolgersi privati cittadini, amministrazioni pubbliche, scuole, associazioni private, movimenti politici, media, gruppi religiosi.

Per informarsi: https://www.cic-info.ch/

Nel Cantone Ticino sono riconosciute nella Costituzione le Chiese cattolica ed evangelica-riformata. Tutte le altre comunità religiose non riconosciute sono soggette al diritto privato. Esse devono organizzarsi in associazioni o in fondazioni.