Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

FAQ

Prestazioni

  • A quali prestazioni avranno diritto le persone accolte con statuto di protezione S?
    Le persone che hanno ottenuto lo statuto di protezione S e che necessitano di prestazioni di sostegno sociale hanno diritto a: copertura dell’assicurazione malattia (cassa malati), del vitto e dell’alloggio.
  • I soldi devono essere restituiti?
    No, non vi è l’obbligo di restituzione delle prestazioni assistenziali. Il sostentamento verrà erogato a partire dalla data di registrazione allo sportello di Bellinzona e, per le persone alloggiate per il tramite del Cantone, dal giorno in cui lasciano il Centro collettivo e vengono collocate in appartamento.
  • A quanto ammonta il tariffario per persona?
    Per persona sola 500 CHF, 750 CHF per coniugi o partner, 317 CHF per il primo figlio e 268 CHF dal secondo figlio in poi. Per ogni figlio maggiorenne si ricevono 500 CHF.
  • Se non hanno ricevuto ancora la convocazione cosa fare?
    Attendere la lettera di convocazione. Verificare la correttezza dell’indirizzo fornito e in caso annunciare il cambiamento di indirizzo tramite il modulo online sul sito dell’Ufficio della migrazione https://www4.ti.ch/index.php?id=133071. In caso di domande è possibile chiamare la Helpline cantonale 0800 194 194.

Alloggio

  • Offro alloggio a dei profughi ucraini. Ho diritto a un riconoscimento delle spese?
    Per le persone che ospitano profughi ucraini al proprio domicilio condividendone gli spazi non è previsto alcun indennizzo. Le persone che hanno accolto profughi ucraini in un alloggio indipendente prima del 14 aprile 2022 (compreso) potranno annunciarsi a partire dal mese di giugno. Il Cantone valuterà la possibilità di riconoscere un canone di locazione per queste soluzioni alloggiative se verrà garantito l’alloggio dei profughi anche in futuro e se esse rispetteranno dei criteri che saranno comunicati nel formulario di annuncio. Le persone che hanno accolto profughi ucraini presso un alloggio indipendente dopo il 14 aprile 2022 non riceveranno alcun indennizzo.
  • Ho un appartamento indipendente ma mancano dei mobili: come posso fare?
    In questo caso è possibile annunciare la disponibilità dell’appartamento tramite la cancelleria comunale, poi sarà il Cantone ad occuparsi di ammobiliarlo nel caso decida di attribuirlo a un profugo ucraino.
  • Le persone con statuto S che desiderano un appartamento privato (coordinato dal Cantone), possono stare da un conoscente mentre aspettano un alloggio?
    No, per poter beneficiare di un alloggio coordinato dal Cantone la persona deve essere inserita nel dispositivo cantonale.
  • Dopo i 3 mesi se non si ha più disponibilità per l’alloggio cosa si fa?
    Se non è più possibile ospitare i profughi ucraini contattare il Punto d’affluenza cantonale.
  • Campione d’Italia è considerato Svizzera e dunque riceve permesso s? Per l’alloggio dove si avvisa?
    Campione d’Italia non è in Svizzera. I profughi ucraini attribuiti al Canton Ticino che risiedono all’estero o in altri Cantoni non hanno diritto alle prestazioni di sostegno sociale erogate dal Cantone Ticino.

Salute

  • Sono in possesso di uno statuto S e necessito di cure mediche e medicine. Come mi devo comportare?
    Potete recarvi in una struttura sanitaria o in una farmacia per richiedere l’assistenza medica. Nel caso in cui non siete ancora in possesso della tessera dell’assicurazione malattia (cassa malati), dovrete mostrare il permesso S oppure la lettera con decisione positiva.
  • Sono in possesso di uno statuto S e necessito di cure dentarie, come devo procedere?
    Anzitutto, è necessario cercare il dentista più vicino al proprio domicilio e fissare un appuntamento. Allo studio dentale dovranno essere comunicati i dati personali e il Comune di residenza. È inoltre importante informare esplicitamente che si è in possesso di uno statuto di protezione S e che si è al beneficio di prestazioni assistenziali. All’appuntamento è necessario portare con sé passaporto e lettera di decisione della Segreteria di Stato della migrazione (SEM) oppure il permesso definitivo.
  • I costi dell’apparecchio per i denti verranno pagati?
    Qualora si presentino persone con cure ortodontiche in atto, sarà da attuare un trattamento conservativo. Nuove cure ortodontiche non saranno riconosciute. I dentista attivi in Cantone Ticino hanno ricevuto indicazioni in merito.
  • Il vaccino contro il COVID-19 viene pagato dallo Stato?
    Sì, i costi saranno coperti dalla cassa malati a partire dalla data di richiesta della protezione S. Maggiori informazioni su www.ti.ch/vaccinazione.
  • Necessito di cure dentarie, come devo fare?
    Le persone in possesso di uno statuto di protezione S possono beneficiare di cure dentarie secondo la procedura descritta in questo flyer informativo (disponibile anche in ucraino e russo)

Scuola

  • Come si devono annunciare i bambini e i ragazzi per essere scolarizzati?
    La scolarizzazione deve avvenire annunciando direttamente bambini e ragazzi presso gli istituti scolastici.
  • A settembre la scolarizzazione sarà obbligatoria?
    La scolarizzazione per i bambini/ragazzi in età scolastica (3-18 anni) è obbligatoria e deve avvenire entro un mese dall’ottenimento dello statuto di protezione S..Per il momento non sappiamo ancora se ci sono aiuti sociali per i bambini (es. scuola mensa).Le prestazioni di sostegno sociale non copriranno le spese straordinarie, unicamente sostentamento, costi della salute e locazione. Maggiori informazioni su: https://www4.ti.ch/di/ucraina/it/scolarizzazione/.

Varie

  • Persone residenti in Russia hanno diritto al permesso S?
    Di principio no. Per maggiori informazioni rivolgersi alla helpline federale +41 (0)58 465 99 11
  • Gli ospitanti posso scegliere se accettare solo persone vaccinate?
    Chi ospita può decidere autonomamente a chi dare ospitalità.
  • I cittadini ucraini possono muoversi in altri paesi?
    I cittadini ucraini in possesso di un passaporto biometrico e del permesso S possono muoversi liberamente nello spazio Schengen. Chi invece è in possesso di un passaporto non biometrico deve chiedere un visto per poter lasciare al Svizzera. Per maggiori informazioni rivolgersi alla helpline federale +41 (0)58 465 99 11.
    Il diritto alle prestazioni assistenziali è definito in base alla presenza effettiva sul territorio, eventuali soggiorni fuori cantone o all'estero vanno quindi preventivamente notificati all'indirizzo dss-urar.prestazioniucraina(at)ti.ch e di-um.asilo@ti.c
  • Dove è possibile reperire il Numeri SIMIC?
    Il numero SIMIC si trova nel permesso S/lettera di accettazione/decisione di concessione dello statuto S. Talvolta viene indicato come “N. persona”
  • Ho cambiato indirizzo come procedo?
    Informare le autorità tramite il formulario https://www4.ti.ch/index.php?id=133071
  • Se ottengo il permesso S posso iniziare a lavorare?
    Sì. Il datore di lavoro deve però chiedere l’autorizzazione e attendere la conferma delle autorità cantonali. Le autorità procedono quindi con una verifica che siano rispettate tutte le condizioni salariali e lavorative in uso, e quindi che non vi siano abusi.
    La notifica deve avvenire tramite questo formulario: https://www4.ti.ch/index.php?id=117692#2/9.
  • Se vengo attribuito ad un altro cantone come posso fare opposizione alla decisione della SEM?
    Le persone che chiedono protezione hanno la possibilità di presentare una richiesta scritta di cambiamento di Cantone alla SEM. Questa domanda deve indicare il Cantone di residenza, il Cantone al quale la persona desidera essere assegnata e il motivo del cambiamento nonché tutte le persone interessate dal cambiamento di Cantone. La domanda deve essere firmata dalle persone interessate o da una persona autorizzata per procura e può essere inviata al seguente indirizzo:
    Segreteria di Stato della migrazione SEM
    Taskforce Cambiamento Cantone Ucraina
    Quellenweg 6
    3003 Berna-Wabern

    Prima che la decisione di assegnazione passi in giudicato (30 giorni dalla data della decisione sullo statuto S), la domanda viene elaborata secondo i criteri dell’assegnazione cantonale.
  • Serafe: cos’è e come pagarla
    SERAFE AG è l’organo di riscossione svizzero per il canone radiotelevisivo. Tutte le economie domestiche in Svizzera sono soggette al pagamento del canone, il quale viene riscosso indipendentemente dal dispositivo.

    La fattura annuale per economia domestica ammonta a CHF 335.00; tuttavia esiste la possibilità di pagare il canone con fatture trimestrali di CHF 85.75 (CHF 83.75 + CHF 2.00 tassa aggiuntiva).

    Ogni economia domestica è tenuta a coprire i costi della fattura autonomamente. Non è prevista l'esenzione per i beneficiari dell'aiuto sociale: il sostentamento mensile erogato alle persone che beneficiano di prestazioni assistenziali include una quota parte destinata alla copertura di tale canone. Non possono essere concessi sconti o condoni.

    Le economie domestiche cui appartengono esclusivamente persone sordocieche non soggiacciono all'obbligo di pagare il canone. Per l'esenzione occorre presentare a Serafe una domanda e una copia del certificato medico.

Helpline cantonale
0800 194 194 

7 giorni su 7
Dalle 08:00 alle 17:00

 

Helpline federale
+41 (0)58 465 99 11

Dalle 10:00 alle 12:00
Dalle 14:00 alle 16:00

Centro federale di asilo (CFA)

Via G. Porta, angolo Via Comacini 10
6830 Chiasso

 

Punto di affluenza (PAF)

Via Prati Grandi
6593 Cadenazzo

 

Sportello cantonale

Dal 26 aprile 2022
Viale Stazione 31
6500 Bellinzona