Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Unità interdipartimentale per l'integrazione (UII)

Dal 2019 l’Unità interdipartimentale per l’integrazione (UII) ha l’obiettivo di favorire l’accoglienza delle persone straniere attraverso il sostegno e il coordinamento dei partner sul territorio, il monitoraggio delle attività d’integrazione e l’implementazione di una strategia in linea con gli obiettivi promossi dalla Segreteria di Stato della migrazione (SEM). L’UII comprende collaboratori della Sezione del sostegno sociale (DSS), della Divisione della formazione professionale (DECS), del Servizio per l’integrazione degli stranieri (DI) e collabora con l’Ufficio del sostegno a enti e attività per le famiglie e i giovani (DSS).

Corsi di lingua italiana L2

L'Unità interdipartimentale per l'integrazione (UII), in collaborazione con la Divisione della formazione professionale (che si occupa degli aspetti formativi e di verifica della qualità) e con gli enti accreditati, coordina e supervisiona i corsi di italiano attraverso il Programma d’Integrazione Cantonale (PIC) e l’Agenda Integrazione Svizzera (AIS).

Chi può iscriversi ai corsi di italiano?

Hanno diritto di partecipare ai corsi offerti dagli enti accreditati:

  • tutte le persone straniere residenti stabilmente su suolo cantonale con un permesso di soggiorno valido;
  • i cittadini svizzeri rimpatriati da meno di un anno.

Quali sono gli obiettivi?

La partecipazione ai corsi di italiano consente alle persone di migliorare la propria conoscenza e padronanza della lingua fino al raggiungimento del livello B1. La familiarità con la lingua locale è un presupposto necessario per facilitare il percorso d’integrazione socio-professionale.

Come procedere per iscriversi a un corso?

  1. La persona interessata a partecipare a un corso di italiano consulta la lista completa e aggiornata degli enti accreditati (scuole)
  2. Dopo aver individuato un ente a sua scelta, l'interessato si reca sul posto oppure prende contatto telefonicamente/tramite e-mail per richiedere di partecipare al corso. La partecipazione potrà essere confermata dopo lo svolgimento di un test d'entrata che accerti il suo livello di italiano. Per tutti coloro che sono afferenti alla Legge sull’asilo (LAsi) e/o che sono a beneficio di prestazioni assistenziali, è previsto un accompagnamento nell’iscrizione da parte di una figura di riferimento, come ad esempio l’assistente sociale del Comune, l’operatore di SOS o il curatore. 
  3. La scuola verifica che l’iscrizione sia completa e corretta in tutti i campi e annuncia il candidato all’indirizzo e-mail dss-ui.corsidiitaliano(at)ti.ch con almeno 3 settimane di anticipo rispetto all’inizio del corso.

Qual è la copertura dei costi?

Per quanto concerne le persone afferenti al settore dell'asilo (Legge sull'asilo, LAsi) e che sono a beneficio di prestazioni assistenziali (Legge sull’assistenza sociale, LAs), viene riconosciuto il 100% dei costi.

Per quanto attiene agli stranieri (Legge federale sugli stranieri e la loro integrazione, LStrI) o ai cittadini svizzeri rimpatriati da meno di un anno, il Servizio per l'integrazione degli stranieri (SIS) riconosce il 50% del costo complessivo del corso e – se il partecipante è a beneficio di prestazioni assistenziali ordinarie (Legge sull’assistenza sociale, LAs) – l'Ufficio del sostegno sociale e dell’inserimento (USSI) riconosce il rimanente 50%. Nel caso in cui il partecipante che sottostà alla LStrI risulti essere finanziariamente indipendente, il restante 50% del costo del corso rimane a suo carico.

Quali corsi vengono offerti?

Gli enti accreditati propongono i seguenti corsi:

  • alfabetizzazione;
  • livello base (A1);
  • livello elementare (A2);
  • livello pre-intermedio (B1);
  • genitore/bambino (da 6 mesi a 4 anni di età). 

Il catalogo dei corsi di italiano offerti dagli enti accreditati è disponibile nella sezione "Approfondimenti" della presente pagina web.

Cosa sono i corsi “genitore/bambino”?

I corsi genitore/bambino permettono di:

  • fornire una formazione di base in lingua italiana;
  • supportare i genitori nel loro percorso di integrazione sociale;
  • preparare i bambini all’inserimento nelle strutture ordinarie.

Il programma prevede:

  • per i genitori, l’inserimento nel corso di alfabetizzazione o di livello A1, A2 o B1, a dipendenza di quanto rilevato tramite il test d'entrata; 
  • per i bambini da 6 mesi a 4 anni, l’inserimento presso gli enti di formazione attraverso appositi corsi, all’interno dei quali è posta particolare attenzione all’insegnamento della lingua. Questa soluzione permette la prossimità genitore/bambino, fondamentale considerata la tenera età dei bambini partecipanti. 

Come avviene la certificazione delle competenze linguistiche?

Dal 1. gennaio 2019 la nuova Legge federale sugli stranieri e la loro integrazione (LStrI) prevede che al momento di una richiesta o di un rinnovo di un permesso venga presentata anche una certificazione delle proprie competenze linguistiche. È dunque indispensabile una certificazione per il rilascio o il rinnovo di un permesso.

Per sapere quali enti sono autorizzati a certificare le competenze in lingua italiana è possibile consultare la seguente lista:

Per maggiori informazioni: 

Unità interdipartimentale per l'integrazione
Vicolo Santa Marta 2
6501 Bellinzona

tel. +41 91 814 54 28
fax +41 91 814 51 39
dss-urar.integrazione@ti.ch

Capoufficio
Renzo Zanini

Organizzatori di corsi lingua italiana per stranieri in Ticino

Divisione dell'azione sociale 
e delle famiglie

Per rendere più agevole la lettura dei contenuti del presente portale, i soggetti femminili e maschili sono stati designati con il genere maschile.

Per segnalazioni e domande riguardanti il sito:
dss-infosocialita(at)ti.ch

Viale Officina 6
6501 Bellinzona 

Direzione e segreteria generale
tel. +41 91 814 70 11
dss-dasf(at)ti.ch

Newsletter Infosocialità