Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Sport, tempo libero e eventi

Direttive e informazioni

A partire dall'11 novembre 2020 sono entrate in vigore nuove direttive per quanto riguarda lo sport, il tempo libero e gli eventi.

Attività sportive di gruppo

Sono vietate tutte le attività sportive di gruppo con più di 5 partecipanti. 

Fanno eccezione: 

  • le attività sportive di bambini e giovani fino al compimento dei 16 anni, a eccezione delle competizioni; 
  • dal compimento del 16esimo anno di età gli allenamenti organizzati da società sportive affiliate a federazioni riconosciute, svolti alla presenza di 15 persone al massimo, senza contatto* tra gli atleti, e per i quali sono predisposti specifici piani di protezione; anche in questa categoria le competizioni sono vietate; 
  • gli allenamenti e le competizioni di atleti di punta membri dei quadri nazionali di una federazione sportiva nazionale svolti alla presenza di 15 persone al massimo o in squadre di competizione a composizione stabile per i quali sono predisposti specifici piani di protezione;
  • gli allenamenti e le competizioni di membri delle squadre che fanno parte di una lega prevalentemente professionistica per i quali sono predisposti specifici piani di protezione; 
  • le attività svolte nell’ambito dell’educazione fisica scolastica. 

*con contatto tra atleti si intende: due persone che si trovano a meno di 1,5 m l’uno dall’altro (quindi non sono permessi: pallavolo, tennis tavolo in doppio, badminton, squash, scherma,…).

NB: Nel computo del numero massimo di persone (5 o 15) non sono conteggiate quelle che partecipano all’attività nell’ambito della loro attività in qualità di monitore o istruttore. 

Queste disposizioni si applicano anche a: 

  1. Centri fitness e palestre
    Vige il divieto di svolgimento di attività sportive di gruppo con più di 5 partecipanti (istruttori o monitori esclusi).
    È consentito l'allenamento individuale alle condizioni dell’art. 6e cpv. 1 lett. b dell’Ordinanza COVID-19 – situazione particolare (mascherina e distanze o in locali grandi distanze supplementari e limitazione della capienza). 
  2. Attività di ginnastica e attivazione fisica di gruppo presso studi di terapia/fisioterapia
    Queste attività, pur avendo innegabilmente un effetto benefico per i partecipanti, rientrano nella pratica sportiva e sottostanno alla limitazione a 5 partecipanti (monitori o terapisti esclusi). Può valere un’eccezione per attività con finalità terapeutiche in senso stretto. Questo scopo può essere riconosciuto se i costi del trattamento sono presi a carico dalla LAMal. 
  3. Corsi di formazione per monitori e allenatori (p. es. G+S)
    Se considerati quali attività sportive, sono innegabilmente di gruppo e quindi vietate con più di 5 partecipanti perché non si tratta di allenamenti organizzati da società sportive affiliate a federazioni riconosciute. Se invece sono considerati come attività di formazione sono vietate in forma presenziale, pur essendo strutturati con una parte di apprendimento pratico.

Documenti utili:

     Altre informazioni e documenti:

    Sostegno finanziario per lo sport

    Nella sua seduta del 13 maggio 2020, il Consiglio Federale ha definito gli ambiti di applicazione delle misure e i parametri finanziari fondamentali per un pacchetto di stabilizzazione a favore dello sport svizzero. Il Consiglio Federale ha previsto contributi di 350 milioni di franchi per le spese d’esercizio delle leghe di calcio e di hockey su ghiaccio e di 150 milioni di franchi a favore dello sport di massa e dello sport di punta. Dalle società locali ai club di professionisti fino alle associazioni sportive, le colonne portanti del sistema sportivo svizzero sono minacciate dalle conseguenze della pandemia di Coronavirus quali il crollo delle vendite di biglietti e di abbonamenti stagionali, l’annullamento di manifestazioni sportive di piccole e grandi dimensioni e le disdette degli sponsor.

    Maggiori informazioni

    Attività culturali e del tempo libero / Manifestazioni e eventi

    Manifestazioni pubbliche e private sono limitate a un massimo di 5 persone.  Fanno eccezione: cinema, teatri, spettacoli, concerti, rappresentazioni culturali e partite di sport professionistici che possono invece accogliere un massimo di 30 spettatori (esclusi il personale della rappresentazione e dell’organizzazione) nel rispetto dei rispettivi piani di protezione.