Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Informazioni generali

La sensazione di caldo non viene determinata esclusivamente dalla temperatura atmosferica indicata dal termometro. Il bilancio termico dell'uomo dipende da molti altri fattori importanti, quali la velocità del vento, l'irradiazione solare, l'umidità dell'aria e l'irraggiamento termico. Risulta così che la temperatura percepita aumenta molto più rapidamente nelle giornate di sole e di poco vento rispetto alla temperatura atmosferica.
Si tratta dunque di un'informazione importante per valutare i possibili rischi legati al caldo.

Il caldo è un pericolo se:

  • la temperatura esterna supera i 32-35 gradi
  • l'alta umidità impedisce la regolare sudorazione
  • la temperatura in casa è superiore a quella esterna (locali poco ventilati, tetti e solai non ben isolati).

L'indice di calore elaborato da Meteosvizzera Locarno-Monti tiene conto della temperatura e dell'umidità relativa dell'aria. Il periodo di canicola viene annunciato quanto è previsto un superamento per almeno 3 giorni consecutivi dell'indice di calore 90.

Anche quando non è annunciato un periodo di canicola, temperatura e umidità possono tuttavia risultare elevate per diversi giorni, provocando delle sensazioni di malessere, soprattutto nelle fasce di popolazione più sensibili. In questo caso valgono sempre le raccomandazioni generali di prevenzione sanitaria.


Chi deve prestare maggiore attenzione alla canicola?

Anche se tutte le persone possono soffrire per le conseguenze del caldo, particolare attenzione va posta alle persone a più alto rischio:

  • Anziani (>65 anni)
  • Neonati e bambini piccoli
  • Gestanti
  • Persone affette da disturbi psichici o con ridotte capacità cognitive
  • Persone affette da malattie circolatorie, compresa l'ipertensione

In caso di canicola estrema (superamento dell'indice di calore 93 per almeno 5 giorni consecutivi) anche le persone che godono di buona salute possono risultare a rischio e devono pertanto adottare misure di protezione.


Quali complicazioni possono sorgere?

Le maggiori complicazioni sorgono a seguito di un sistema di termoregolazione (microcircolazione sanguinea e sudorazione) compromesso (p.es. dall'età):

  • Colpo di sole
    Malessere generale, mal di testa, nausea e sensazione di vertigine, perdita di conoscenza poiché la temperatura corporea aumenta rapidamente (in 10-15 minuti) fino anche a 40-41°C, la pressione arteriosa diminuisce, la pelle appare secca e arrossata perché cessa la sudorazione
  • Colpo di calore e collasso di calore
    Queste complicazioni non sono legate necessariamente all'esposizione al sole, si possono manifestare anche in ambiente chiuso laddove la temperatura è alta, vi è poca ventilazione e molta umidità, che non consente all'organismo una adeguata dispersione del calore corporeo tramite la sudorazione

Oltre a queste patologie serie, sono legate alle alte temperature estive situazioni minori come:

  • Senso di pesantezza e gonfiore agli arti inferiori (p.es. in caso di varici, dovuto al rallentamento della microcircolazione cutanea)
  • Congestione (introduzione di bevande ghiacciate in organismo surriscaldato)
  • Crampi da calore
  • Stanchezza, insonnia, insofferenza