Vai al contenuto principale Vai alla ricerca

Tatoo e piercing

L'Ordinanza sugli oggetti che vengono a contatto con il corpo umano è entrata in vigore al 1° maggio 2017 e fissa anche le disposizioni legali relativi ai materiali per il tatuaggio, il trucco permanente ed il piercing.

In seguito alla mancante base legale nella legislazione federale sui prodotti alimentari e gli oggetti d'uso, non tutti gli aspetti, p. es. le attrezzature degli studi, hanno potuto essere regolati nell'ordinanza citata qui sopra. Un gruppo di lavoro, tra loro esperti dei settori rispettivi e con il sostegno dell'USAV, ha elaborato una "Direttiva per le Buone pratiche di lavoro nell'ambito del tatuaggio, trucco permanente, piercing e pratiche affini".

L'USAV riferendosi all'art. 9 dell'ordinanza menzionata ha valutato questa direttiva e ne raccomanda l'applicazione. Lo specifico sito dell'USAV fornisce ulteriori informazioni, in particolare:

  • la lista delle sostanze esplicitamente proibite nell'attività legata a tatuaggi e trucco permanente
  • pulizia e disinfezione degli strumenti impiegati nell'attività del tatuaggio
  • scheda informativa sul controllo autonomo per i tatuatori

Uno degli elementi più importanti dell'autocontrollo è la scelta dei colori da utilizzare. L’utilizzatore dei colori deve infatti  garantire la qualità degli stessi e la conformità alla legislazione svizzera. Per farlo può delegare tale compito al fornitore oppure, qualora il fornitore non fosse in grado di certificare la conformità (ad esempio nel caso di importazioni dirette da fornitori che non conoscono le esigenze legali svizzere), deve poterlo garantire nell’ambito del proprio autocontrollo, effettuando tutte le verifiche richieste. Il Laboratorio cantonale ha prodotto una Guida per la valutazione della conformità dei colori per tatuaggi e i colori per il trucco permanente.

Un aiuto molto importante per identificare prodotti (in particolare inchiostri per tatuaggi) non conformi (e di conseguenza agire nell'ambito del proprio autocontrollo) è offerto dal sistema di allerta rapido RAPEX. RAPEX è il sistema di allarme rapido europeo per i prodotti non alimentari pericolosi. Esso consente un rapido scambio di informazioni tra gli Stati membri dell'UE/SEE e la Commissione europea su prodotti non alimentari pericolosi che presentano un rischio per la salute e la sicurezza dei consumatori). Alla pagina di ricerca, inserendo "inchiostro per tatuaggi" nel campo "testo libero" (ed eventualmente il periodo di ricerca nel campo "anno"), si ottiene un elenco esportabile anche in formato tabellare di tutti i prodotti ritirati o richiamati dal mercato a seguito di attività ufficiale in uno degli Stati Membri. Una ricerca, per esempio, limitata alle prime 24 settimane del 2019 ha prodotto una lista con non meno di 32 inchiostri pericolosi.

Con l’entrata in vigore della nuova Legge sulle derrate alimentari e gli oggetti d’uso (LDerr), dal 1° maggio 2017 è stato inserito all’articolo 62 dell’Ordinanza sulle derrate alimentari e gli oggetti d’uso (ODerr) anche l’obbligo di notifica per le aziende che offrono tatuaggi o trucco permanente.

Formulari per notificare aziende che offrono tatuaggi o trucco permanente:

Nel corso del 2011 il Laboratorio cantonale ha partecipato ad una campagna nazionale ispettiva e analitica riguardante il settore dei tattoo.